Violenti scontri alla vigilia di Siviglia-Juventus. Secondo quanto riferisce il quotidiano sportivo As, decine di tifosi bianconeri che stavano cenando in un pub di calle Reyes Catolicos è stato aggredito da un gruppo di ultras spagnoli armati di spranghe e coltelli. Il bilancio parla di tre supporter bianconeri feriti, di cui uno in maniera grave a causa, probabilmente, di una coltellata.

L’uomo si trova ricoverato presso l’ospedale Virgen del Rocìo di Siviglia.

Gli scontri si sono registrati all’interno del ristorante El Papelòn. Qui circa quaranta tifosi bianconeri sono stati assaliti al grido di Hooligans Sevilla.

“Al termine degli scontri il locale risultava un autentico campo di battaglie. Sangue, vetri rotti, ombrelloni, sedie sparsi”, scrive As.

Nessuno si aspettava una accoglienza del genere da parte dei tifosi andalusi. Tra le due fazioni non c’erano stati precedenti violenti. Attualmente le strade della città andalusa sono presidiate da un massiccio dispiego di forze dell’ordine.

Sono circa 800 gli agenti impegnati nel servizio d’ordine. Stasera il match che probabilmente deciderà la sorte del girone di Champions League.

Solo poche settimane fa, nelle stesse zone, si erano registrati altri incidenti dopo l’arrivo dei tifosi della Dinamo Zagabria.