Inizia nel peggiore dei modi la stagione per Diego Pablo Simeone, che nonostante la vittoria nella Supercoppa di Spagna con il suo Atletico Madrid, ai danni degli acerrimi nemici cittadini del Real Madrid, dovrà stare fermo per ben otto giornate di campionato. La maxi stangata arriva direttamente dalla Federcalcio spagnola: Simeone, espulso in occasione della già citata gara, aveva rifilato un paio di “buffetti” sul collo del quarto ufficiale, il quale non aveva, a dire di Simeone, agevolato il rientro in campo di Juanfran dopo un infortunio.

Le otto giornate sono così frazionate: quattro per il gesto, due per la protesta, una per aver applaudito ironicamente il direttore di gara e un’altra per essere restato in tribuna per tutta la durata del match, comportamento proibito dal regolamento. Simeone sconterà la squalifica nelle prossime giornate di campionato: la squalifica arriva nonostante il tecnico dell’Atletico avesse ammesso la gravità del suo gesto e si era dichiarato pronto ad accettare qualsiasi tipo di punizione.

Mondiali 2014: muore giornalista, la moglie avvertita da un tweet di Simeone

Finale Champions League: le immagini della rissa tra Varane e Simeone