Più che il mercato dei top player questo per il Milan sembra il mercato dei flop player, dei giocatori corteggiati, annunciati e poi miseramente sfumati. Dopo la notizia della fusione con Bee Taechaubol e di un finanziamento da quasi 500 milioni di euro il mercato del Milan sembrava doveva essere il mercato dei tanti colpi. Per ora è stato il mercato dei tanti colpi bassi. Una delle ipotesi potrebbe essere che, come annunciato agli inizi di giugno, per il bonifico di quella cifra ci sarebbero volute 5-6 settimane da parte del magnate thailandese (previa approvazione Doyen Sports Investments) e allora Berlusconi avrà pensato bene “prima dare soldi, poi vedere cammello”. E infatti di “cammelli” in casa Milan se ne sono visti davvero pochi.

L’ultima beffa è stata confezionata addirittura dai cugini dell’Inter che grazie a un blitz monegasco del ds Piero Ausilio e a qualche persuasiva telefonata di Roberto Mancini al giocatore ha strappato il centrocampista del Monaco Geoffrey Kondogbia in un’asta al fotofinish dalle grinfie di Adriano Galliani che a chiosa di tutta la vicenda ha parlato di vittoria dell’asta da parte dei nerazzurri e di indebolimento economico dell’Inter, cosa che sa un po’ della morale della famosa favola di Esopo che parla di volpi e di uva.

Dovrà pur riflettere sul suo operato il Milan se non vuole ritrovarsi al ritiro del 2 luglio con il neo-allenatore Mihajlovic presentando una rosa senza nuovi acquisti, e soprattutto il non più giovane Galliani sui suoi dolori dovuti a tutte quelle trattative che a iniziare da Carlo Ancelotti e culminare con Jackson Martinez, passando per Ibrahimovic e Kondogbia, non sono state condotte in porto. Così come è destinata a fallire quella per Imbula del famoso patto di non belligeranza con il club nerazzurro, sancito da una famosa presunta telefonata tra l’ad rossonero e Marco Fassone. E ora che, dopo aver allestito una spedizione per le visite mediche in Cile per l’attaccante del Porto Jackson Martinez con a capo il dottor Tavana, il centravanti colombiano sembra aver definitivamente scelto l’Atletico Madrid del Cholo Simeone, rimasto orfano di Mandzukic, il Milan si sta gettando alla disperata su un altro colombiano sul quale è forte l’interesse della Roma, preannunciando un nuovo avvincete duello di mercato: Carlos Bacca.