Il Monday Night del campionato australiano di rugby è stato funestato dalla più singolare invasione di campo degli ultimi tempi. A disturbare il match tra Titans e Cowboys, infatti, non è stato il solito sbiellato che corre nudo come un lombrico, ma un serpente che striscia come un serpente, che ha generato più di una palpitazione tra i tifosi posizionati appena sopra il pezzo di prato dove aveva deciso di farsi un giro. Ecco il video:

Fortunatamente, a differenza di quanto si era detto inizialmente, si trattava semplicemente di un Tropidonophis mairii, o keelback, un serpente non velenoso lungo circa 80 cm che rivolge tutte le sue attenzioni a rane e lucertole e non alle caviglie umane. A quanto riferito dai responsabili del Cbus Stadium, il serpente è stato poi ritrovato avviluppato attorno a un orinatoio dello stadio, per poi essere prelevato da uno degli addetti alle pulizie e liberato in una vicina zona boschiva. E’ andata meglio al rettile, insomma, che al povero tifoso degli Exeter Chiefs, squadra di rugby inglese, che ha deciso di invadere il campo nel corso del match contro i Gloucester Aviva per finire letteralmente placcato dai giocatori. Non una bella sensazione, si direbbe.

LEGGI ANCHE:

La danza hot di Bolt

Il fantastico gol di Barkley

Segna e sfonda la panchina a testate