Per la prima giornata di ritorno la Juventus è ospite a Udine dove la squadra di casa inaugura finalmente il nuovo stadio a pieno titolo, con la struttura definitivamente ultimata. I bianconeri, allontanando i brutti ricordi dell’andata, inseguono la loro “decima” ovvero la vittoria consecutiva numero dieci in campionato, la serie che ha consentito alla squadra allenata da Massimiliano Allegri di risalire la china dopo un pessimo inizio di stagione. Ma soprattutto la Juventus insegue il Napoli che, vincendo contro il Sassuolo, ha staccato l’Inter, che si è fermata invece pareggiando a Bergamo con l’Atalanta, di quattro lunghezze.

Quella dell’Udinese non è una classifica facile e l’impegno odierno al nuovo Dacia Arena contro la Signora lo è ancor meno. Colantuono modula una formazione atta a contrastare uno dei maggiori punti di forza avversari, il centrocampo e per questo schiera un contro-3-5-2 proprio per arginare la Juve nella sua zona privilegiata. La linea difensiva a tre è composta da Wague, Danilo e Felipe mentre nella zona nevralgica di centrocampo ci sarà Iturra davanti alla difesa, Badu e Lodi interni e Widmer ed Edenislon più defilati sull’esterno. La coppia là davanti sarà formata da Thereau e l’inossidabile Totò Di Natale.

Con Barzagli ancora in forse, Allegri schiera Rugani in difesa insieme a Bonucci e Chiellini. A centrocampo torna Marchisio in cabina di regia dopo la squalifica, affiancato internamente da Khedira e Pogba. Sulle fasce ci saranno invece Lichtsteiner e Alex Sandro. Torna dopo il periodo d’indisponibilità fisica anche Mandzukic che farà coppia in attacco con l’ormai inamovibile Paulo Dybala.

Udinese (3-5-2): Karnezis; Wague, Danilo, Felipe; Widmer, Badu, Iturra, Lodi, Edenilson; Thereau, Di Natale. All. Colantuono.

Juventus (3-5-2): Buffon; Rugani, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic. All. Allegri.