Dopo il mezzo passo falso di Cagliari (pari dopo essere stati in vantaggio di due lunghezze) Luciano Spalletti ha strigliato la squadra con un sonoro j’accuse nei confronti dei giocatori che sono apparsi troppo timorosi nel voler vincere un match che era in pugno non dando quella dimostrazione di personalità e autorità che il tecnico toscano pretende dalla sua Roma. Ora i giallorossi, con la Juventus (stra)vincente nell’anticipo della 3a giornata di Serie A col Sassuolo, si trova già con un gap di 5 punti da recuperare e all’Olimpico attende un’altra potenziale capolista baciata da un ottimo inizio di campionato: la Sampdoria.

L’emergenza in difesa con Rüdiger e Vermaelen infortunati (quest’ultimo per fortuna non in maniera grave) costringe Spalletti a schierare Juan Jesus insieme a Manolas nella coppia di centrali difensivi, Florenzi a destra e Bruno Peres a sinistra agiranno da terzini. L’impiego di De Rossi in nazionale lo obbliga poi a un utilizzo ponderato del capitano, anche in vista del primo turno di Europa League contro il Victoria Plzen, ragion per cui è molto più probabile la presenza di Paredes a centrocampo, affiancato da Strootman e Nainggolan. Il tridente offensivo invece è di quelli pesanti con Perotti e Salah sull’esterno e Dzeko punta centrale.

Dopo le prime due gare di campionato l’assetto di Giampaolo si sta via via consolidando sullo scheletro del 4-3-1-2 con un rinato Ricky Alvarez sulla trequarti a ridosso delle due punte Muriel e Quagliarella. Nella linea difensiva invece troviamo Silvestre e Regini in posizione di centrali (notevoli i progressi di quest’ultimo nel suo nuovo ruolo decisamente più accentrato) e Sala e Pavlovic sulle corsie laterali. Le chiavi del centrocampo vengono affidate al giovanissimo ex Pescara Torreira, coadiuvato dalle operazioni di smistamento, inserimento e ripiegamento di un esperto come Barreto e un giocatore estremamente dinamico come Linetty.

Roma (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, B. Peres; Strootman, Paredes, Nainggolan; Salah, Dzeko, Perotti. All. Spalletti.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Regini, Pavlovic; Barreto, Torreira, Linetty; Alvarez; Muriel, Quagliarella. All. Giampaolo.