La Roma deve riprendersi subito dalla sconfitta subita al Franchi contro la Fiorentina perché il Napoli è già a + 3 in classifica e, oltre alla Juventus, si stanno affacciando sorprendentemente anche le milanesi dalle parti alte della classifica. Nulla di più incoraggiante e provvido ripartire dalle mura amiche dell’Olimpico affrontando l’ultima della classe, ovvero la neopromossa Crotone che fino ad ora ha raccolto solo un punticino nelle prime quattro giornate, in casa contro il Palermo. I giallorossi però non devono cadere nella trappola data dal rischio di sottovalutare un avversario comunque di tutto rispetto e pensare di aver già i tre punti in tasca, poiché questo tipo di partite potrebbero poi rivelarsi molto più complicate del previsto con l’aggravante poi della critica mediatica che si scatenerebbe intorno al club per non aver conquistato i tre punti “facili”.

Spalletti pensa e ri-sperimenta un modulo caro, il 4-2-3-1 con Manolas e Fazio (ormai preferito a Juan Jesus) al centro della difesa e Florenzi e Bruno Peres sulle corsie laterali. De Rossi andrà in panchina lasciando spazio a una coppia inedita in mediana: Paredes e Strootman. Davanti una sorta di rombo offensivo con Nainggolan che agirà in posizione di trequartista, un po’ sulla scorta di alcune partite giocate durante l’era Garcia, i due faraoni Salah e El Shaarawy rispettivamente sull’esterno di destra e di sinistra e Dzeko al centro avanzato dell’attacco.

La formazione anti-Roma di Nicola invece sarà un 3-4-3 con Ceccherini, Dussenne e Ferrari centrali difensivi, Capezzi e Salzano centrali di centrocampo con lo svedese ex Elfsborg Rohden e Martella più decentrati cui saranno affidati i delicati compiti di arginare le velocissime frecce giallorosse sulle catene laterali. In attacco ci sarà il solito tridente composto da Falcinelli, Trotta e Palladino.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Fazio, B. Peres; Paredes, Strootman; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. All. Spalletti.

Crotone (3-4-3): Cordaz; Ceccherini, Dussenne, Ferrari; Rohden, Capezzi, Salzano, Martella; Falcinelli, Trotta, Palladino. All. Nicola.