A due giornate dalla fine dei giochi con la Juventus già campione d’Italia, Roma e Napoli rappresentano ormai l’unico motivo d’interesse per quanto riguarda i piani alti della classifica in grado di tener vivo il campionato fino all’ultimo minuto, a meno di clamorose sorprese già da questa 37a giornata. La lotta è per il secondo posto che si traduce nell’ingresso diretto in Champions League senza passare per il purgatorio dei preliminari (cosa che invece succederebbe con il terzo posto). Sono due i punti a dividere giallorossi e partenopei e contro il Chievo la Roma all’Olimpico ha come opzione quasi a senso unico quella di vincere e mettere in cassa 3 punti. Dopodiché attendere l’esito di Torino-Napoli e, eventualmente, giocarsi tutto a San Siro contro il Milan (con il Napoli che invece giocherà in casa col Frosinone) nell’ultima giornata.

Spalletti dispone della rosa al completo e opta per un 4-3-1-2 con Manolas e Rüdiger al centro della difesa e Maicon e Digne ad occupare le corsie laterali. A centrocampo si rifà vivo De Rossi, che ora – con gli infortuni di Marchisio e Verratti – rischia pure di tornare a gran titolo in nazionale per gli Europei, affiancato da Pjanic e Nainggolan. In attacco Perotti agirà come al solito da falso nueve dietro le due punte Salah e El Shaarawy, con Dzeko e Totti che come di consueto partono dalla panchina.

Il Chievo può ancora addirittura sognare un posticino in Europa anche se ci sono squadre messe decisamente meglio, ma Maran pensa che finché ci sia vita ci sarà anche speranza, quindi non avendo nulla da perdere potrebbe anche azzardare il colpaccio all’Olimpico con una formazione speculare a quella dei giallorossi, ovvero con Gamberini e Cesar centrali difensivi e Cacciatore e Gobbi terzini. A centrocampo agiranno Radovanovic al centro e Castro e Hetemaj al suo fianco con Pepe (visti i problemi fisici riscontrati da Birsa) dietro le due punte Meggiorini e Floro Flores.

Roma (4-3-1-2): Szczesny; Maicon, Manolas, Rüdiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Perotti; Salah, El Shaarawy. All. Spalletti.

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Pepe; Meggiorini, Floro Flores. All. Maran.