Il Palermo ha battuto 3-2 il Verona nella gara valida per la 38esima e ultima giornata di Serie A conquistando la salvezza ai danni del Carpi, vittorioso a sua volta sul campo dell’Udinese. Per la formazione rosanero di Zamparini, dunque, arriva finalmente la parola fine su una stagione che definire tormentata è quasi riduttivo.

Il Palermo, dunque, si salva. E lo fa con in panchina Davide Ballardini, uno dei tanti tecnici alternati quest’anno dal vulcanico presidente dei siciliani. Decisiva, come dicevamo, la vittoria per 3-2 maturata al Renzo Barbera contro un Verona già retrocesso da due settimane.

Pronti via e a passare in vantaggio è proprio il Palermo con Franco Vazquez, probabilmente il giocatore più talentuoso in rosa. Al 3’ del secondo tempo, però, arrivava il gol di Viviani per il momentaneo pareggio del Verona, che faceva sprofondare la squadra rosanero e una regione intera nel baratro. Ma sono bastati solo tre minuti per far tornare il sorriso sulla bocca di tutti: al 6′ va a segno Maresca, al 18′ Gilardino. A nulla è servita la rete, in pieno recupero, di Pisano per i 3-2 finale.

Palermo-Verona 3-2, il tabellino

PALERMO (3-4-2-1): Sorrentino; Cionek, Gonzalez, Andjelkovic; Rispoli (38′ st Vitiello), Hiljemark, Maresca, Morganella; Trajkovski (10′ st Lazaar), Vazquez (49′ st Jajalo); Gilardino. A disp.: Posavec, Alastra, Goldaniga, Brugman, Chochev, Quaison, Balogh, Struna, Cristante. Allenatore: Ballardini

VERONA (4-2-3-1): Gollini; Pisano, Bianchetti, Helander, Emanuelson; Viviani, Marrone (26′ st Furman); Wszolek, Ionita (1′ st Romulo), Siligardi (35′ st Checchin); Pazzini. A disp.: Coppola, Marcone, Albertazzi, Moras, Gomez, Rebic. Allenatore: Luigi Delneri

Arbitro: Massimiliano Irrati (Pistoia).
Marcatori: 27′ Vazquez (P), 3′ st Viviani (V), 6′ st Maresca (P), 18′ st Gilardino, 39′ st Pisano (V)
Ammoniti: Gilardino (P), Viviani (V), Vazquez (P), Checchin (V)
Espulsi: 34′ Wszolek (V) e Morganella (P)