Dopo la frenata in campionato a Genoa contro la squadra allenata da Juric il Napoli non può concedersi passi falsi perché la Juventus in seguito alla débacle di San Siro con l’Inter ha vinto la sfida del Sant’Elia contro il Cagliari alla quinta di campionato tornando a comandare la classifica. Le mura amiche del San Paolo potrebbero rappresentare un punto di ripartenza per riproiettarsi al vertice della classifica, ma c’è l’insidia Chievo, sorprendentemente al terzo posto dell’attuale classifica insieme a Roma e Inter, ad attendere i partenopei. Confronto dunque tutt’altro che semplice per gli uomini di Sarri che non possono permettersi il lusso di sottovalutare un avversario di qualità e imprevedibile come i clivensi.

Maurizio Sarri ripropone quello che ormai è diventato un suo marchio di fabbrica, ovvero il 4-3-3 con Albiol e Koulibaly al centro della difesa, e Maggio (al posto di Hysaj) e Ghoulam nel ruolo di terzini. A centrocampo il comando delle operazioni è affidato a Jorginho che viene fiancheggiato da Allan sulla destra e Hamsik sulla sinistra. Il tridente offensivo invece sarà formato da Callejon e Insigne (che viene preferito a Mertens solo per legittime ragioni di turnover in vista della sfida di Champions League mercoledì 28 settembre contro il Benfica) come esterni alti e Milik punta centrale.

Mentre tutti parlano del Sassuolo di Di Francesco se la ride un po’ Rolando Maran perché il suo Chievo, senza troppi clamori, è balzato in sordina al terzo posto della classifica grazie a una serie di risultati tutt’altro che indecorosi, riuscendo a battere in una sorta di scontro diretto tra squadre rivelazione anche lo stesso Sassuolo. Nessuna paura pertanto nemmeno contro un più quotato Napoli e atteggiamento aggressivo e guardingo allo stesso tempo con un 4-3-1-2 preparato per l’occasione con Dainelli e Cesar in posizione di centrali difensivi, e Cacciatore e Frey laterali. A centrocampo un rombo con Radovanovic vertice basso affiancato dalle mezzali Rigoni e Castro mentre Birsa agirà da trequartista a ridosso delle due punte Inglese e Floro Flores.

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Milik, Insigne. All. Sarri.

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Frey; Rigoni, Radovanovic, Castro; Birsa; Inglese, Floro Flores. All. Maran.