La vittoria a Genova contro la Sampdoria di venerdì 16 settembre scorso nella 4a giornata di Serie A, benché sofferta e raggiunta solo nel finale, oltre a dare fiducia a un Milan partito non benissimo in campionato ha fornito qualche risposta positiva sul piano del gioco, anche se il centrocampo appare un reparto ancora non all’altezza delle aspettative di Montella che sta cercando pian piano la quadratura di un cerchio che gli possa garantire quella qualità di gioco propria dell’idea di calcio dell’ex allenatore di Fiorentina e Sampdoria, basata su possesso palla e controllo assoluto dei movimenti in orizzontale e verticale di giocatori e pallone. Avrebbe fatto comodo un uomo d’ordine in mezzo al campo alla Pizarro, o alla Borja Valero (cercatissimo nella finestra estiva di mercato dai vertici rossoneri), per intendersi, ma ci si deve accontentare di Montolivo, Bertolacci e José Sosa. Nell’anticipo della 5a giornata a San Siro ci sarà la Lazio, molto in forma dopo la schiacciante vittoria contro il Pescara.

Per restare sul discorso del centrocampo, torna a disposizione Kucka e viene preferito l’argentino ex Besiktas Sosa nel ruolo di mezzala a Bonaventura negli 11 titolari contro la Lazio, mentre Montolivo è l’uomo designato per tenere le redini del reparto. Nel tridente offensivo si rivede Bacca dal primo minuto, che dopo il gol partita contro la Sampdoria non desta certo clamore. Insieme a lui ci saranno Suso sull’esterno di destra e Niang a sinistra. In difesa invece Calabria prende il posto di Abate sulla corsia di destra, e a sinistra ci sarà De Sciglio, mentre in posizione centrale c’è la coppia Paletta-Romagnoli davanti a Donnarumma.

Dopo il buon esito dell’esperimento tattico attuato contro il Pescara, Simone Inzaghi ripropone il 3-5-2 con il trio in difesa costituito da Bastos, De Vrij e Radu. Biglia non ci sarà neanche col Milan e al suo posto giocherà di nuovo Cataldi, affiancato da Parolo e Milinkovic-Savic (autore di un’ottima prestazione contro gli abruzzesi di Oddo), sulle catene laterali invece agiranno Basta a destra e Lulic sulla sinistra con le due punte Djordjevic e Immobile. Non partiranno dal primo minuto né Felipe Anderson né Keita per una Lazio meno fantasiosa ma molto più solida.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, J. Sosa; Suso, Bacca, Niang. All. Montella.

Lazio (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Cataldi, Milinkovic-Savic, Lulic; Immobile, Djordjevic. All. S. Inzaghi.