Forse non sarà un derby memorabile per ciò che concerne l’affluenza dei tifosi sugli spalti dell’Olimpico, visto il boicottaggio in atto da parte delle due Curve di entrambe le sponde della Capitale, ma quella di Roma tra Lazio e, appunto, Roma, sarà comunque una stracittadina da vivere fino all’ultimo secondo perché all’interno del rettangolo verde cuore, orgoglio e voglia di vincere di certo non mancheranno a due squadre che, a tanti punti di distanza, proprio nel derby trovano motivi e stimoli per darsele sportivamente di santa ragione al di là degli esiti di classifica.

La Lazio questa volta è “in casa” e cercherà sicuramente di vendicare la sconfitta dell’andata per 2-0. Pioli deve rinunciare a Lulic squalificato e a tutta una serie di giocatori indisponibili per condizioni fisiche precarie e infortuni vari. Si va verso un probabile 4-1-4-1 con Bisevac e Hoedt al centro della difesa e Patric e Braafheid terzini. Biglia come di consueto agirà da regista davanti alla difesa mentre Parolo e Cataldi fungeranno da mezzali con Candreva e Felipe Anderson sulle fasce e Klose punta centrale.

Spalletti ha finalmente recuperato tutta la Rosa e l’atteggiamento sarà come di consueto, e a maggior ragione in una tale occasione, molto offensivo. Nello schieramento iniziale non è previsto Dzeko e si parte con un terzetto davanti costituito da Salah, El Shaarawy con Perotti falso nueve. Chiaro che Dzeko scalpiterà e Totti in panca non potrà non fare altrettanto, a un certo punto. A centrocampo torna De Rossi affiancato da Pjanic e Nainggolan mentre in difesa ci sono Manolas e Rüdiger in posizione centrale con Florenzi e Digne a presidiare le fasce.

Lazio (4-1-4-1): Marchetti; Patric, Bisevac, Hoedt, Brafheid; Biglia; Candreva, Cataldi, Parolo, Felipe Anderson; Klose. All. Pioli.

Roma (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Manolas, Rüdiger, Digne; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Salah, Perotti, El Shaarawy. All. Spalletti.