La Juventus affronta la Fiorentina sulle ali del ritrovato entusiasmo dopo cinque vittorie consecutive in campionato per un totale di 15 punti che hanno consentito al club bianconero di rimettersi in carreggiata per la corsa scudetto dopo un inizio di stagione a dir poco disastroso. Anche sul fronte europeo, la qualificazione, nonostante sia mancata la ciliegina sulla proverbiale torta con l’obiettivo non raggiunto del primo posto del girone eliminatorio, soffiato dal Manchester City, ha comunque aggiunto serenità all’ambiente. Anche da parte  viola, la qualificazione in Europa League ha regalato sensazioni positive che unite al secondo posto in classifica consentono alla Fiorentina di affrontare la sfida dello Stadium con ottimismo e serenità.

Poi è chiaro che la partita, come tutti i big match che si rispettino, sarà tutt’altro che serena e tranquilla. O almeno c’è da augurarsi tanto spettacolo tra due grandi squadre con Allegri che, fatta eccezione per Hernanes, Pereyra e Lemina, ritrova un organico pressoché completo, col ritorno di Khedira e Caceres (il primo partirà subito titolare, l’uruguaiano dalla panchina).

Modulo vincente non si tocca, e allora via con il collaudatissimo 3-5-2 che si traduce difensivamente con il consueto muro costituito da Barzagli, Bonucci e Chiellini, a centrocampo, oltre al già citato Khedira, con Marchisio in cabina di regia e Pogba a fungere da interno di sinistra e Alex Sandro e Lichtsteiner in posizione defilata. Tandem d’attacco con Dybala e Mandzukic (recuperato dalla febbre) a timbrare di nuovo il cartellino.

Turn-over calibrato per Paulo Sousa che si ripropone con il 3-4-2-1 con Tatarusanu che torna tra i pali e una linea di difesa riempita da Roncaglia, Gonzalo Rodriguez e Astori. A centrocampo Badelj e Vecino saranno gli uomini della mediana mentre Marcos Alonso e Bernardeschi gli esterni. Sulla trequarti ancora presente la coppia Ilicic-Borja Valero e come punta avanzata il croato Nikola Kalinic.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic. All. Allegri.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Badelj, Vecino, Marcos Alonso; Ilicic, Borja Valero; Kalinic.