Campionato concluso per l’Inter? Per ciò che riguarda alcuni obiettivi (e/o ambizioni) decisamente sì visto che con la Lazio (bestia nera in questa come in altre stagioni) è tramontato l’ultimo alito di speranza di qualificazione in Champions League, per un terzo posto oggettivamente irraggiungibile, anche perché la Roma (oppure il Napoli), nel girone di ritorno ha fatto di gran lunga meglio dei nerazzurri. Ma ora anche il quarto posto è a rischio poiché nelle ultime 2 gare la Fiorentina, altro club che ha conosciuto una sorprendente parabola discendente nell’ultimo segmento di campionato, potrebbe sopravanzarla anche se a livello di qualificazione in Europa League non cambierebbe niente. Mancini però vuole, anzi pretende, due vittorie in queste due partite conclusive e la prima deve avvenire nel tardo pomeriggio contro l’Empoli, squadra che all’andata creò più di un grattacapo ai nerazzurri.

Con Murillo squalificato, in difesa torna Juan Jesus che farà coppia con Miranda in posizione centrale. Sulle corsie laterali invece ci saranno D’Ambrosio e Nagatomo. Ancora una volta viene riproposta la linea mediana a due con Medel e Kondogbia, quella dove per la prossima stagione Mancini proverà a cambiare qualcosa. Davanti, di nuovo un quadrilatero composto da Jovetic sulla trequarti a ridosso del vertice alto rappresentato da Icardi, con Brozovic e Perisic sull’esterno d’attacco.

Giampaolo ha qualche problema con alcuni giocatori indisponibili. Oltre a Michedlidze squalificato, ci sono gli infortunati Skorupski (al suo posto giocherà Pelagotti), Livaja e Laurini. La linea difensiva a quattro sarà così composta da Costa e Tonelli al centro con Bittante e Mario Rui sull’esterno. Il centrocampo è comandato dal giovanissimo Dioussé affiancato da Zielinski e Croce. Saponara agirà come di consueto sulla trequarti, dietro le due punte titolari Pucciarelli e Maccarone.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Juan Jesus, Nagatomo; Medel, Kondogbia; Brozovic, Jovetic, Perisic; Icardi. All. Mancini.

Empoli (4-3-1-2): Pelagotti; Bittante, Costa, Tonelli, Mario Rui; Zielinski, Dioussé, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone. All. Giampaolo.