Paga a caro prezzo l’attaccante del Carpi Marco Borriello, ex Milan, Roma e Genoa, il tentativo di testata a Danilo Soddimo al 26′ di Frosinone-Carpi (match poi vinto dai laziali per 2-1). Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel, in merito alla 10a giornata di Serie A, giocata come turno infrasettimanale, ha squalificato infatti l’attaccante degli emiliani per tre giornate.

Borriello ha in seguito commentato la decisione del giudice sportivo, a suo parere ingiustificata, con un eloquente tweet in cui si legge: “Mai uno scontro. Mai una rissa. Mai un’espulsione nella mia carriera. Tre giornate per non aver toccato nessuno? E’ assurdo!!!!!“.

https://twitter.com/borriellomarco1/status/660063354535452672

Per quanto riguarda gli altri squalificati dell’11a giornata di Serie A, è stato comminato un turno di stop, oltre allo stesso Soddimo, a Giorgio Chiellini (Juventus), El Hadji Assane Diousse (Empoli), Felipe Melo (Inter), Manuel Ronaldo Iturra (Udinese), Federico Peluso e Nicola Sansone (Sassuolo).

Ammenda di 10.000 euro all’Inter, a titolo di responsabilità oggettiva, “per aver omesso di impedire la presenza negli spogliatoi di una persona non tesserata, che rivolgeva all’arbitro un epiteto insultante”. Inoltre, nonostante l’introduzione di materiale pirotecnico di vario genere (petardi, fumogeni e bengala), il giudice sportivo non ha ritenuto di adottare sanzioni nei confronti di Atalanta, Bologna, Fiorentina, Frosinine, Inter, Juventus, Napoli e Sampdoria.