Dopo la splendida performance dell’Inter a San Siro contro la Juventus, che a sua volta riscattava quella davvero pessima sempre al Meazza contro l’Hapoel Be’er-Sheva in Europa League, i nerazzurri fanno visita al Castellani attesi dall’Empoli per quella che potrebbe essere una sorta di prova di maturità. Un match delicato che in sostanza potrebbe darci delle informazioni estremamente utili per capire quale sia veramente il valore di questa nuova Inter firmata De Boer. Questo perché la squadra guidata da Martusciello, che ha raccolto egregiamente l’eredità di Giampaolo (direttamente discesa da Sarri) nonostante i risultati non siano stati propriamente brillantissimi nelle prime quattro giornate, è di quelle che gioca un calcio nostrano di tutto rispetto e che se trova un Saponara in giornata può affrontare qualsiasi grande club.

Il tecnico campano non deflette dal suo 4-3-1-2 ma deve rinunciare a Costa in difesa, ancora non al top della forma. Ci saranno dunque Bellusci e Barba davanti a Skorupski, mentre Laurini e Pasqual agiranno da terzini. A centrocampo il rombo ha come vertice basso il giovane Diousse, affiancato alla mezzala da Croce a sinistra e Tello a destra. Saponara sarà il giocatore chiave dell’attacco empolese sulla trequarti, a ridosso delle due punte Pucciarelli e Maccarone con Gilardino e Marilungo pronti a rilevarle in qualsiasi momento.

De Boer invece deve rinunciare a Banega, giocatore fondamentale ora come ora per l’Inter, squalificato per la doppia ammonizione ricevuta contro la Juve. Probabile dunque che il 4-2-3-1 si trasformi in un 4-3-3 con la coppia sudamericana Miranda-Murillo al centro della difesa, Nagatomo – preferito a D’Ambrosio – sulla destra e Santon sula sinistra. Nel centrocampo a tre sarà Medel l’uomo perno davanti alla difesa con João Mario, al quale saranno affidati compiti di regia, più decentrato sulla destra e Kondogbia sul versante mancino. Davanti il tridente sarà composto da Candreva, Perisic e Icardi nel mezzo, ma attenzione a Gabigol perché è stato convocato per l’occasione e siederà per la prima volta in panchina.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Bellusci, Barba, Pasqual; Tello, Diousse, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone. All. Martusciello.

Inter (4-3-3): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Murillo, Snton; João Mario, Medel, Kondogbia; Candreva, Icardi, Perisic. All. De Boer.