La Juventus è invitata a “pranzo” al Bentegodi di Verona dove per la terza di ritorno è attesa dal Chievo di Maran. Difficile pensare che la scorpacciata di vittorie si fermi proprio da quelle parti, vista l’ingordigia della Signora evidenziata dall’inarrestabile striscia di vittorie (ben undici) che ne ha contraddistinto il cammino sin qui percorso, ma i clivensi proveranno a rendere la pietanza indigesta ai bianconeri, anche perché l’undici dell’allenatore trentino non è certo di quelle squadre da prendere sottogamba, nonostante la recente débacle all’Olimpico con la Lazio. All’andata allo Stadium ad esempio finì 1-1, ma quella era tutta un’altra Juve.

La situazione per Maran è un po’ complicata perché oltre alle tante defezioni, con Cesar squalificato e Meggiorini e Hetemaj praticamente indisponibili, l’ex Pepe incerto, Paloschi ha oltrepassato la manica destinazione Swansea. La cosa certa è che il Chievo, per sua natura, non le manderà certo a dire a quelli con la maglia a strisce bianconera, non nascondendosi dietro sterili tatticismi. Previsto un 4-3-1-2, dunque, piuttosto aggressivo con Dainelli e il neo acquisto Spolli al centro della difesa e Cacciatore e Gobbi ai lati. A centrocampo Radovanovic agirà davanti alla linea difensiva con Castro e Rigoni nel ruolo di mezze ali, mentre Birsa sulla trequarti opererà a ridosso delle due punte Mpoku e Inglese.

Per Allegri ormai il 3-5-2 è diventato una religione. Così come le puntellature da turnover. Difesa a tre quindi formata da Barzagli, Bonucci e Caceres (che può agire anche sul versante sinistro del campo). Centrocampo con Marchisio in cabina di regia, ormail il suo habitat naturale, affiancato da Khedira e Pogba. Sull’esterno torna Lichtsteiner dopo la parentesi di Cuadrado in Coppa Italia e Alex Sandro sulla catena mancina, visto che Evra è squalificato. Con Mandzukic infortunato, davanti il tandem è formato dalla Joya Dybala e dal risorto Alvaro Morata.

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Spolli, Gobbi; Castro, Radovanovic, Rigoni; Birsa; Mpoku, Inglese. All. Maran.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner, Khedira, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Dybala, Morata. All. Allegri.