Casa, dolce casa. Dopo la tremenda imbarcata di giovedì sera a Vitoria in Eurolega, l’Olimpia Milano riscopre il piacere di giocare entro i confortevoli confini nazionali, dove anche una squadra che vive di 1 vs 1 può dettar legge, se sovradimensionata rispetto agli avversari. A Trento, i campioni d’Italia si impongono per 84-102 al termine di una gara in realtà più combattuta di quanto non dica il risultato, sebbene Milano sia stata in vantaggio in ogni singolo minuto di gioco. Grande protagonista MarShon Brooks, che risponde ai rimbrotti pubblici (e ingenerosi) di Banchi con una prova da 28 punti in 26 minuti e uno strepitoso 66,7% dal campo.

Nel pomeriggio, l’Umana Venezia aveva espugnato il parquet di Roma (62-72) al termine di una gara sempre condotta dagli uomini di Recalcati, ancora una volta trascinati da Hrvoje Peric, 15 punti, e da un solidissimo Spencer Nelson da 11 punti in 14 minuti. L’uomo decisivo è un altro veterano ex Siena, Thomas Ress, che affossa definitivamente l’Acea con due triple consecutive nell’ultimo minuto e mezzo. Tutto facile per Sassari contro Pistoia (96-78): i sardi, guidati dai 55 punti in due di Sacchetti e Logan, si portano al terzo posto in classifica, in attesa di Reggio Emilia, impegnata questa sera sol campo della Vanoli.

Continuano a sprofondare Varese e Pozzecco, travolti in casa da Pesaro (70-80) e ora risucchiati a pieno titolo nella lotta per non retrocedere. Dopo un buon inizio, l’Openjobmetis crolla in un terzo periodo in cui segna la miseria di 8 punti in 10′, a fronte dei 23 dei pesaresi: Masnago inizia a fischiare, rendendo impossibile una rimonta già complicata di suo. Sorride ancora Caserta: dopo 14 sconfitte nelle prime 14 partite del campionato, infila tre vittorie di fila che riaprono clamorosamente la corsa per la salvezza. I bianconeri, guidati da un Ivanov da 25 punti e 8 rimbalzi, vanno a vincere al PalaPentassuglia di Brindisi contro una delle candidate ai playoff: decisivo ancora una volta Henry Domercant, che pugnala la squadra di Bucchi con la tripla del +7 con poco più di 1′ sul cronometro. Due punti d’oro per la squadra di Esposito, che resta a -2 da Pesaro ma accorcia su Varese, Capo d’Orlando e Roma.

Risultati

Acea Roma-Umana Venezia 62-72
Banco di Sardegna Sassari-Giorgio Tesi Group Pistoia 96-78
Openjobmetis Varese-Consultinvest Pesaro 70-80
Upea Capo d’Orlando-Granarolo Bologna 63-72
Sidigas Avellino-Acqua Vitasnella Cantù 76-79
Enel Brindisi-Pasta Reggia Caserta 60-72
Dolomiti Energia Trento-EA7 Emporio Armani Milano 84-102
Vanoli Cremona-Grissin Bon Reggio Emilia stasera

Classifica

Milano 30; Venezia 26: Reggio Emilia, Sassari 24; Brindisi 20; Trento 18; Cremona, Bologna (-2), Cantù 16; Avellino, Pistoia 14; Roma, Capo d’Orlando, Varese 12; Pesaro 8; Caserta 6