Alla fine è tornato, ed è stato acclamato come un vero eroe, come un gladiatore. Gennaro Gattuso è di nuovo l’allenatore del Pisa e i tifosi sono letteralmente impazziti, riservandogli un’accoglienza davvero incredibile nel suo primo giorno di lavoro. Si sono presentati addirittura in 5 mila oggi all’Arena Garibaldi per celebrare l’allenatore che li ha riportati in Serie B dopo sette anni di assenza, facendo sentire il loro calore sia al tecnico che alla squadra. Comincia dunque oggi – di fatto – la stagione del Pisa, che domenica affronterà il Novara nell’esordio in campionato: «Non sono un eroe, torno qui con tanta voglia di far bene – ha detto Gattuso, che aveva rassegnato le dimissioni lo scorso 31 luglio – Il campionato? La differenza la fa la voglia, la compattezza, in Serie B c’è sempre qualche sorpresa».

La società aveva dato l’annuncio del ritorno dell’ex centrocampista del Milan su twitter. Le divergenze che lo avevano fatto allontanare dal club toscano sono ormai acqua passata, visto che nelle ultime ore è stato raggiunto un accordo per la cessione del Pisa a una nuova proprietà araba, che come prima mossa ha voluto fortemente il ritorno di Gattuso in panchina. I nuovi proprietari sono del fondo arabo Equitativa, i quali sono finalmente riusciti a trovare un accordo per l’acquisto della società, nonostante le resistenze dei vecchi proprietari che fanno capo alla società Britaly. Le parti hanno firmato proprio oggi un accordo vincolante sancendo, di fatto, il passaggio di proprietà. I tifosi possono dunque tirare finalmente un sospiro di sollievo e la stagione del Pisa, finalmente, può cominciare. Con un campione del mondo in panchina.