Potrebbe aver trovato una conclusione l’uso e l’abuso di di frequentazione di certi siti per lo streaming illegale al fine di poter assistere alle partite di calcio del campionato italiano. La lunga battaglia condotta negli scorsi mesi da Mediaset Premium contro determinati siti sembra esser stata vinta dal gruppo che fa capo a Silvio Berlusconi.

L’AgCom infatti, l’autorità per le garanzie nella comunicazione ha riconosciuto di nuovo il diritto di Mediaset a vedere tutelato il proprio investimento sui diritti tv delle partite di calcio di Serie A contro lo streaming illecito operato dai cosiddetti siti pirata.

In un comunicato apparso sul sito del Gruppo Mediaset si legge che “L’Authority ha quindi disposto la disabilitazione dell’accesso ai portali aliez.tv, portalzuca.com e calcion.co. Si tratta dell’ennesimo importante risultato a contrasto della diffusione illecita di contenuti ai danni di chi investe nell’acquisizione legale di diritti televisivi“.

Nota che prosegue diffidando ulteriori tentativi di pirateria attraverso dispositivi di streaming illegale: “Infatti grazie a questo e ad altri recenti provvedimenti attuati dall’autorita’ su nostra segnalazione, nelle prime otto giornate di campionato di Serie A si registra un calo del 60% rispetto al passato delle trasmissioni illegali ai danni di Mediaset Premium. Altre azioni di pirateria online, riconducibili a un ristretto numero di portali, sono attualmente al vaglio dell’AgCom. Violazioni del diritto d’autore che Mediaset si riserva di perseguire anche in sede penale“.