Già 26 reti messe a segno nella decima giornata di A e stasera c’è il posticipo fra Roma e Chievo, ovvero prima contro ultima.

Facile immaginare che almeno altri tre gol vengano realizzati. Si arriverebbe così a quota 29, in perfetta media con questo scoppiettante inizio di stagione.

La Serie A segna come non mai e punta al record di marcature stagionali complessive. Il totale è per adesso di 292.

Sempre meno 0-0 e sempre più 3-3, come quello fra Livorno e Torino. Di questo passo si va vicinissimi alle medie stratosferiche degli anni 50, quelli del trio Gre-No-Li, di Nyers, della Juventus di Boniperti e dei danesi.

Il primato di sempre risale al 1949-50, quando furono segnati 1265 gol, seguono i 1200 del 1947-48 e i 1192 del 1950-51.

La Serie A regala più reti di Liga e Premiership, ma rimane dietro alla Bundesliga.

Di Natale è in ritardo, con appena 3 reti e la classifica marcatori è guidata da gente che non ha mai vinto il titolo di capocannoniere: Giuseppe Rossi (9 reti), Cerci (7), Palacio e Tevez (6).

Oltre a Di Natale, un solo altro giocatore potrebbe bissare il successo, il romanista Totti, anch’egli per lontano dal vertice (solo 3 reti finora).

IL RITORNO AL GOL DI PEPITO

TOTTI SULLE ORME DI PIOLA

Foto: Infophoto.