Dalla magia di Mario Balotelli al 3-1 del Torino a Verona, la 24esima giornata della serie A è scivolata via senza particolari scossoni, con le grandi che hanno saputo gestire la pressione e le piccole che arrancano. La Juventus, dall’alto dei suoi 63 punti, ha liquidato senza particolari patemi il Chievo Verona: 3-1, a segno Asamoah, Marchisio e Llorente (ma i suoi gol sono tutti uguali?). Dopo 24 giornate, condite da 20 successi, tre pareggi ed una sola sconfitta (quella di Firenze contro la Fiorentina), c’è ormai da chiedersi chi mai potrebbe fermare la corazzata di Antonio Conte.

Tiene il passo la Roma, che nel 3-0 alla Sampdoria ha ritrovato un Mattia Destro in gran spolvero, sopperendo alla mancanza di Francesco Totti. Il Napoli s’impegna ma non troppo contro il Sassuolo (2-0), mentre la vera sorpresa è l’Inter, capace di riaccendere le proprie speranze di Europa League andando a vincere 2-1 a Firenze grazie ad una conferma (Palacio) e ad una sorpresa (Icardi). Altro risultato a sorpresa il 4-0 del Parma sul campo dell’Atalanta, mentre il 3-1 maturato a Verona permette al Torino di poter cullare ancora sogni europei. Io ci credo poco, ma mai dire mai… C’è sempre il Milan, che sonnecchia e poi si risveglia per applaudire quel campione a metà che si chiama Mario Balotelli. La Lazio delude, il Cagliari perde con il Livorno ed esonera Lopez: complimenti, ha resistito comunque molto alle dipendenze di Massimo Cellino.

LEGGI ANCHE

Serie A 21esima giornata: Inter, via Branca e Ausilio! Seedorf cura il Milan, la Juve non fa 13

Serie A 20esima giornata: Seedorf, non mi hai convinto. Thohir dove sei? Roma, Bastos io

Serie A 19.a giornata: la fatal Sassuolo di Allegri e la crisi semiseria dell’Inter