Un tempo esistevano i treni speciali per i tifosi. Ma la conta dei danni puntualmente arrecati ai convogli e la mancanza degli incassi dei biglietti causa tifosi morosi (oltre ai costi dei treni e del relativo personale ha reso inevitabile la loro eliminazione. Da qualche anno a questa parte i tifosi viaggiano sui treni con tutti gli altri viaggiatori e in occasione dell’inizio del campionato di calcio 2013-14 Ferrovie dello Stato rilancia la campagna anti evasione nei confronti dei sostenitori che intendono seguire le partite della propria squadra senza pagare il biglietto. I cosiddetti portoghesi non avranno più vita facile.

Nel comunicato rilasciato da Trenitalia si legge che “saranno ammessi a bordo treno esclusivamente i passeggeri muniti di regolare titolo di viaggio. Per garantire un viaggio sereno e regolare ai propri clienti Ferrovie Italiane intende continuare la politica di fermezza e rispetto delle regole di viaggio da parte di tutti. Una scelta avviata dalla stagione 2007/2008, in coordinamento con Polizia Ferroviaria, Prefetture e Questure e che nell’ultimo anno ha visto oltre cinquemila supporter trasportati con un attivo di 180mila euro, contro 1 milione e 827mila euro di costi registra ti durante i campionati 2006/2007 (stagione particolarmente critica su questo fronte) per l’allestimento di treni speciali e per i danni subiti”. 

Su richiesta, è possibile invece l’organizzazione e l’effettuazione di treni charter. La campagna anti treni speciali e contro i morosi non mira soltanto a far pagare a tutti il biglietto ma anche ad assicurare una tranquilla percorrenza a tutti i viaggiatori. Sperando che tranquilla non sia solo un eufemismo. In ogni caso occhi aperti in galleria.

photo credit: Paolo Margari via photopin cc

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

Prima giornata: Juve a Genova, Milan a Verona

Il calendario completo della Serie A 2013-14