Tre squadre tra Serie A e B: una statistica che ha del clamoroso per una Provincia che vanta appena 686 mila abitanti. Eppure la squadra di punta della provincia di Modena non sarà lo stesso Modena Calcio e nemmeno il Carpi, che vanta qualche partecipazione alla Serie A ante-girone unico, bensì il Sassuolo, debuttante assoluto.

Un’escalation, quella dei neroverdi di patron Squinzi (presidente di Confindustria), che ha del clamoroso, visto che appena dieci anni fa – era l’estate 2003 – i neroverdi erano retrocessi dalla C2 alla D e solo grazie al ripescaggio avevano recuperato il loro posto tra i professionisti.

Fondato nel 1920, il Sassuolo, che fa capo a una città di appena 40 mila abitanti, hanno raggiunto la C2 per la prima volta nel 1984, la C1 nel 2006 e la B nel 2008. In bacheca ci sono appena tre trofei (oltre alla  B appena conquistata, campionato e supercoppa di C1 del 2008).

Sarà una delle città più piccole di sempre in Serie A a girone unico, anche se il record rimane al Casale (34 mila abitanti).

Da notare che ben tre allenatori, oltre ovviamente all’attuale, Eusebio Di Francesco, che lavoreranno in Serie A nel 2013-14, sono passati da queste parti: si tratta do Stefano Pioli (Bologna), Massimiliano Allegri (Milan) e Andrea Mandorlini (Verona).

Foto: Infophoto.