Cambiare poco o nulla, a meno che non arrivi l’opportunità giusta, quella di un colpaccio. Questa la filosofia di un Milan che comunque non scende mai sotto il sesto posto da una quindicina di anni e che dal 2007 ad oggi ha fatto incetta di titoli: Champions League, Supercoppa, Mondiale Club, Scudetto e Supercoppa Italiana.

Va anche detto però che la bacheca è ferma al 2011 e un nuovo trofeo non sarebbe poi così sgradito.

Prima però bisogna entrare dalla porta principale della Champions attraverso i playoff: una novità in casa rossonera, visto che finora, nelle altre sedici edizioni a cui ha preso parte (da quando si chiama così) era sempre partito almeno dalla fase a gironi. Sono invece 11 le partecipazioni alla “vecchia” Coppa dei Campioni.

Il Milan rimane la squadra italiana che ha vinto di più in Europa: 7 Coppe Campioni/Champions, 2 Coppe delle Coppe, 5 Supercoppe Uefa, 1 Mondiale Club e 3 Intercontinentali: fanno in tutto 18 trofei.

A questi vanno aggiunti i 18 scudetti, le 5 Coppe Italia e le 4 supercoppe italiane, più una miriade di trofei minori.

Per quanto riguarda Massimiliano Allegri, il tecnico livornese, al suo terzo anno in panchina, pur essendo lontano dai cicli di Arrigo Sacchi, Fabio Capello e Carlo Ancelotti è tra i più longevi dell’era Berlusconi.

Foto: Infophoto.