Appena tre retrocessioni in 104 anni di storia per un ottavo posto assoluto a livello di presenze nella massima serie. Niente male, visto che si parla di un club che non fa da anni parte dell’elite del calcio italiano, ma si guarda alle spalle orgoglioso, con 7 scudetti vinti, 2 Coppe Italia e alcuni trofei internazionali oggi scomparsi come la Mitropa Cup e il Torneo Intertoto.

Il Bologna riparte con rinnovate ambizioni e fa un pensierino a qualcosa in più della salvezza, magari a una coppa europea, che manca dal 2002 (sconfitta in finale di Intertoto con il Fulham): merito della finalmente ritrovata stabilità societaria e di un tecnico preparato e dai modi signorili, quale è Stefano Pioli, al suo secondo anno in rossoblù e vicino a strisce di durata che mancano dai tempi di Guidolin e Mazzone.

Rientrato Alberto Gilardino al Genoa, gli emiliani hanno trovato nell’ex torinista Rolando Bianchi la punta ideale per il loro gioco.

Foto: Infophoto.