Questa sera alle ore 19 conosceremo il calendario ufficiale della Serie A, in una serata evento condotta dal giornalista Pierluigi Pardo e Laura Barriales, con Enrico Mentana scelto per commentare i principali snodi del torneo che prenderà il via sabato 20 agosto per concludersi il 28 maggio 2017. La serata verrà trasmessa su varie piattaforme, sia online che televisive: potrà infatti essere vista in diretta streaming sul canale YouTube ufficiale della Lega di Serie A (che conta oltre 260.000 iscritti in pochi mesi), nonché su Serie A Tim TV, Premium Sport HD, Sky Sport 1 e Sky Supercalcio. Da stasera, le venti squadre del torneo potranno dunque conoscere il percorso che le porterà a competere per lo scudetto, una qualificazione per Champions o Europa League oppure la salvezza, programmando una tabella di marcia che le faccia trovare pronte nei momenti decisivi della stagione. Saranno presenti in platea dirigenti e presidenti delle squadre di A, che daranno a caldo le loro impressioni sul cammino che li aspetta.

Non saranno esclusi subito i big match, che potranno capitare dunque sin dalla prima giornata, mentre verranno accuratamente evitati gli incontri tra le big del nostro campionato (Juventus, Roma, Milan, Inter e Napoli) nei turni infrasettimanali, così come i quattro derby.

Inter, Sampdoria e Lazio cominceranno in trasferta, mentre debutteranno in casa Milan, Genoa e Roma che, in quanto partecipante ai preliminari di Champions League, alla prima di campionato non potrà incontrare il Sassuolo, impegnato nei playoff di Europa League. C’è da segnalare inoltre che Juventus, Napoli e Roma non affronteranno Inter, Fiorentina e Sassuolo nelle giornate poste tra un turno di Europa League e un turno successivo di Champions (6/a, 9/a, 13/a e 16/a giornata).

Il Crotone, neo-promosso in Serie A, vivrà il suo debutto nel massimo campionato in trasferta per indisponibilità dello stadio: i calabresi vorrebbero poter utilizzare quello del Pescara, alternandosi di volta in volta come fanno le squadre della stessa città. Anche il Napoli dovrà iniziare il campionato lontano dalle mura amiche causa lavori in corso dello stadio San Paolo, dove in quel periodo staranno risistemando il prato, rovinato durante un concerto estivo.