Manchester City-Real Madrid ed Atletico Madrid-Bayern Monaco. Sono queste le semifinali di Champions League 2015/2016 sorteggiate pochi minuti fa dall’urna di Nyon.

Resta in piedi, dunque, la possibilità di un nuovo derbydi MAdrid in Spagna, caso già verificatosi nel 2014, quando i Blancos conquistarono la loro decima Champions League.

Può tirare un sospiro di sollievo Zinedine Zidane. La mano di Dejan Stankovic gli ha portato tutto bene. La casa blanca, dopotutto, avrebbe volentieri evitato una stracittadina in semifinale o uno scontro contro il Bayern di Guardiola.

I blancos, oltre a trovare l’avversaria più abbordabile del lotto, avranno ancora una volta il vantaggio di giocare la gara di ritorno in casa, come già capitato agli ottavi con la Roma ed ai quarti col Wolfsburg.

L’Atletico Madrid, reduce dall’impresa col Barcellona, trova uno scoglio altrettanto arduo. I precedenti fra Simeona e Guardiola non sorridono al Cholo.

L’ex centrocampista di Pisa, Lazio e Inter arrivò all’Atletico nell’ultimo anno di Pep al Barcellona. Entrambe le gare si chiusero con una manita a zero in favore dei blaugrana.

Ma da allora sono passati anni che hanno portato ai Colchoneros una Europa League, una Liga, una finale di Champions League e, soprattutto, una consapevolezza da grande.

Le gare d’andata delle semifinali si giocheranno martedì 26 aprile e mercoledì 27 aprile, partite di ritorno martedì 3 maggio e mercoledi 4 maggio. La finale è al San Siro di Milano il 28 maggio