E’ stata ufficializzata, da parte del ct della nazionale italiana di rugby, Jacques Brunel, la formazione che sabato affronterà la Scozia al Murrayfield Stadium di Edinburgo nella terza giornata del Torneo Sei Nazioni 2015. L’incontro è in programma alle ore 14.30 locali, le 15.30 in Italia, e verrà trasmesso come le altre gare finora disputate in diretta da Dmax, canale 52 del digitale terrestre.

Brunel cambia sei uomini

Sono ben sei le novità nel XV titolare rispetto alla trasferta di Twickenham contro l’Inghilterra, gara che ha visto l’Italia perdere per 47-17 dopo aver giocato per quasi un’ora alla pari con gli inglesi. Per Brunel due esordienti dal primo minuto nella linea dei trequarti. McLean ad estremo e Venditti all’ala conservano posto e posizione, mentre Luca Morisi mantiene la maglia numero 13 e il ct, assente per infortunio Andrea Masi, gli affianca come primo centro per il compagno di club alla Benetton Treviso Enrico Bacchin. Quest’ultimo, alla prima convocazione assoluta, conquista subito una maglia da titolare in azzurro. A completare la linea arretrata un altro esordiente, l’ala di Zebre Rugby Michele Visentin, che completa il triangolo allargato rilevando il posto del compagno bianconero Sarto.

Confermata per la sesta partita di fila la coppia mediana con Haimona all’apertura e Gori con la numero nove, mentre in terza linea con Minto e Parisse rientra Simone Favaro, assente dal Test Match di Genova contro l’Argentina in novembre. Piccola parentesi sul capitano Sergio Parisse: quella di sabato sarà la sua presenza numero 111 e raggiunge, in questa speciale classifica, un altro mostro sacro del rugby italiano, Bortolami. I due sono ora a braccetto in vetta alla lista dei più presenti di sempre in maglia azzurra.

La seconda linea è quella della prima giornata contro l’Irlanda, con Furno che rientra dal primo minuto e Biagi. In prima linea Leonardo Ghiraldini e due nuovi piloni, Dario Chistolini e Matias Aguero.

Italia, precedenti ben auguranti nel Sei Nazioni

L’Italia affronta la Scozia per la 23esima volta nella storia. Sette le vittorie italiane, quindici quelle degli scozzesi che si sono aggiudicati i tre scontri diretti giocati nel 2013 e nel 2014. L’ultima vittoria italiana è del 2012, 13-6 all’Olimpico di Roma, mentre al di là del Vallo d’Adriano gli Azzurri hanno vinto una sola volta, nel 2007, imponendosi per 37-17.

Questa la formazione dell’Italia in campo sabato a Murrayfield:

15 Luke MCLEAN (Sale Sharks, 65 caps)

14 Michele VISENTIN (Zebre Rugby, esordiente)*

13 Luca MORISI (Benetton Treviso, 11 caps)*

12 Enrico BACCHIN (Benetton Treviso, esordiente)

11 Giovambattista VENDITTI (Zebre Rugby, 24 caps)*

10 Kelly HAIMONA (Zebre Rugby, 5 caps)

9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 39 caps)*

8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 110 caps) – capitano

7 Simone FAVARO (Benetton Treviso, 23 caps)*

6 Francesco MINTO (Benetton Treviso,13 caps)

5 Joshua FURNO (Newcastle Falcons, 26 caps)*

4 George Fabio BIAGI (Zebre Rugby, 5 caps)

3 Dario CHISTOLINI (Zebre Rugby, 7 caps)

2 Leonardo GHIRALDINI (Leicester Tigers, 72 caps)

1 Matias AGUERO (Zebre Rugby, 31 caps)

a disposizione

16 Andrea MANICI (Zebre Rugby, 8 caps)*

17 Alberto DE MARCHI (Sale Sharks, 25 caps)

18 Lorenzo CITTADINI (London Wasps, 36 caps)

19 Marco FUSER (Benetton Treviso, 3 caps)*

20 Samuela VUNISA (Zebre Rugby, 2 caps)

21 Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby, 6 caps)

22 Tommaso ALLAN (USAP Perpignan, 12 caps)

23 Giulio BISEGNI (Zebre Rugby, 1 cap)