Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che affronterà domenica 26 febbraio a Twickenham l’Inghilterra nella terza giornata del Sei Nazioni 2017.

Inghilterra-Italia, come seguirla in streaming

L’incontro sarà trasmesso in diretta da DMAX canale 52 ed in streaming su DPlay alle ore 16, con collegamento in diretta a partire dalle 15.20 e telecronaca, come sempre, a cura di Antonio Raimondi e Vittorio Munari. Quattro i cambi apportati dal CT rispetto alla formazione sconfitta in casa a Roma dall’Irlanda l’11 febbraio scorso per il test contro il XV della Rosa, campione in carica del 6 Nazioni ed alla ricerca del secondo Grand Slam consecutivo.

Sei Nazioni, cosa cambia nell’Italia

Tra gli avanti, O’Shea conferma sette ottavi del pack schierato a Roma nel secondo turno, con Steyn che rientra dal primo minuto al posto di Mbandà in terza linea, mentre le altre novità riguardano la mediana e la linea arretrata: in cabina di regia, confermato Edoardo Gori, la maglia numero dieci di apertura va per la gara di Twickenham a Tommaso Allan, la cui ultima partenza dal primo minuto in Nazionale risale al test vinto a giugno a Toronto contro il Canada. All’ala rientra Bisegni al posto di Esposito, mentre tra i centri, in coppia con McLean, O’Shea schiera dal primo minuto Michele Campagnaro, partito dalla panchina nelle prime due giornate.

Inghilterra mai ko contro l’Italia

In panchina trovano posto il tallonatore Gega, i piloni Rizzo e Ceccarelli, il seconda linea Biagi, il flanker Mbandà, i due mediani Bronzini e Canna e Benvenuti come utility back. Il ventitreesimo scontro diretto tra gli Azzurri e l’Inghilterra – unica selezione europea mai battuta dall’Italia – sarà diretto dal francese Romain Poite.

Questa la formazione dell’Italia:

  • 15 Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby, 8 caps)*
  • 14 Giulio BISEGNI (Zebre Rugby, 6 caps)
  • 13 Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs, 27 caps)*
  • 12 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 86 caps)
  • 11 Giovanbattista VENDITTI (Zebre Rugby, 40 caps)*
  • 10 Tommaso ALLAN (Benetton Treviso, 29 caps)
  • 9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 58 caps)*
  • 8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 123 caps) – capitano
  • 7 Simone FAVARO (Glasgow Warriors, 34 caps)*
  • 6 Abraham STEYN (Benetton Treviso, 8 caps)
  • 5 Andries VAN SCHALKWYK (Zebre Rugby, 9 caps)
  • 4 Marco FUSER (Benetton Treviso, 18 caps)*
  • 3 Lorenzo CITTADINI (Aviron Bayonnais, 55 caps)
  • 2 Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 84 caps)
  • 1 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, 11 caps)*

a disposizione

  • 16 Ornel GEGA (Benetton Treviso, 10 caps)
  • 17 Michele RIZZO (Leicester Tigers, 22 caps)
  • 18 Pietro CECCARELLI (Zebre Rugby, 6 caps)
  • 19 George BIAGI (Zebre Rugby, 16 caps)
  • 20 Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby, 5 caps)*
  • 21 Giorgio BRONZINI (Benetton Treviso, 5 caps)
  • 22 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 17 caps)
  • 23 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso, 39 caps)*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”