Il grande rugby fa tappa pure in Italia col Sei Nazioni 2016 nuovamente disputato all’Olimpico di Roma.

Tanti vecchi ricordi

A ospitare inizialmente la manifestazione lo storico Flaminio, altro impianto capitolino affidato alla FIR in veste ufficiale con la delibera comunale 2008. Sollevato il CONI dagli oneri relativi alla gestione, l’obiettivo è abbinare il cambio proprietà a interventi permanenti, utili a ripristinare i 40.000 posti originari. Norme legate alla sicurezza ne avevano infatti modificato la struttura, soluzione momentanea seguita alla necessità di trovare un impianto particolarmente capiente considerato il fascino che accompagna la competizione, abile a stregare con storia e prestigio innumerevoli appassionati.

Un saluto speciale

Un evento storico il successo contro la Francia datato 12 marzo 2011. Sotto 6-18, gli ‘Azzurri’ riescono a rimontare trainati dall’ispirato Andrea Masi, man of the match, e Mirco Bergamasco, estremamente efficace sui calci piazzati. Primo trionfo nella competizione ai danni dei cugini che rappresenta pure l’addio al palcoscenico, teatro di mille battaglie. Confermato il trasferimento, l’Olimpico viene ritenuto scelta ideale come capacità e tradizione legata alla disciplina.

Le tappe storiche

L’esordio nell’impianto risale al 24 aprile 1954 con la sconfitta in Coppa Europa inflittale dalla Francia, partita memorabile come la sfida lanciata 41 anni più avanti al Sudafrica, reduce dai festeggiamenti per il titolo di campione del mondo, reso possibile grazie a un cammino straordinario sotto il piano politico e di integrazione sociale. A imporsi 40-12 gli ‘Springbok’, per una debacle che ricorda nelle fattezze quella di opera inglese riportata lo scorso 14 febbraio. Il 40-9 subito dalla ‘Rosa’ davanti al pubblico amico ha segnalato decisi passi indietro rispetto al test perso contro la Francia, ma l’imminente sabato 27 febbraio 2016 (inizio alle ore 15.25) potrebbe comunque regalare il riscatto casalingo, quando, sempre per il 6 Nazioni, verrà affrontata la Scozia, anch’essa ferma a zero punti in classifica.