E’ terminato meno di un’ora fa il vertice a sorpresa tra Adriano Galliani e Clarence Seedorf nella nuova sede di via Aldo Rossi. A quanto si apprende, l’incontro non ha avuto come tema il possibile allontanamento dell’olandese (anche per gli standard del Milan attuale sarebbe risultato inconcepibile un esonero al venerdì sera), piuttosto il compattamento del fronte interno dopo le deflagranti polemiche. In un certo senso, si è trattato di un nuovo tentativo gallianesco di riprendere in mano il club: l’ad numero due, infatti, ha voluto rassicurare in prima persona Seedorf, evitando il solito filo diretto con Arcore, negando che fosse lui a volere la sua testa e garantendogli il suo massimo appoggio, almeno per le prossime due partite, che lo vedranno in ritiro insieme alla squadra.

Lo scopo di Galliani, insomma, era quello di rasserenare il più possibile un ambiente drammaticamente teso e diviso dopo le vicende degli ultimi giorni, e al contempo riaffermare la sua posizione di leadership nei confronti di un allenatore che troppo spesso lo ha bypassato per rivolgersi direttamente al capo supremo. Vedremo quanto durerà questo nuovo, fragilissimo equilibrio.