L’amministratore delegato della Juventus, Giuseppe Marotta, ha detto sì al progetto di creare delle seconde squadre per tutte le compagini che militano nella Serie A italiana. Durante la riunione della Lega Calcio a Milano, Marotta ha tenuto a precisare: “Penso che possa essere uno strumento importante per la formazione dei giovani – le parole dell’ad della Juventus - l’indicazione emersa in questa riunione è importante e deve essere recepita dalle società, dai presidenti e dal governo calcistico”.

Durante la riunione, però, si è parlato anche dell’eventuale riforma del Campionato Primavera: “Se arriverà sarà nell’interesse di tutti – ha precisato ancora Marotta, che poi è tornato con ottimismo sulle seconde squadre – è emerso che le componenti tecniche hanno evidenziato ed indicato come lo strumento delle seconde squadre, eventualmente inserite in una Lega minore, sia uno strumento importante per la crescita e per la formazione dei giovani che appartengono alle singole società”.

Marotta è sempre stato un sostenitore delle seconde squadre. I cambiamenti riguardanti il Campionato Primavera, invece, potrebbero essere attuati già dalla prossima stagione, come ha rivelato il dirigente juventino.