Continuano gli scontri durante Euro 2016 tra hooligans e forze dell’ordine, nella città di Lille il bilancio è ora salito a 36 arresti e 16 feriti. L’ondata di violenza non sembra trovare pausa, nemmeno di fronte all’imposizione della Uefa, che ha più volte ribadito l’eventuale esclusione della Russia dalla competizione qualora i suoi tifosi si fossero resi responsabili di nuovi atti di vandalismo.

Euro 2016, quale futuro per la manifestazione?

E dal momento che i disordini sono sorti prima a Marsiglia e poi a Lille, rimane da chiedersi quale sia effettivamente il possibile futuro di questa manifestazione, ormai sui giornali più per le gesta extrasportive di presunti tifosi che per quanto si è visto in capo. Dopo la gara Russia-Slovacchia, intanto, sono stati registrati nuovi disordini tra supporter inglesi e russi. Lavrov, numero uno degli Esteri russo, si lancia contro le autorità francesi: “Hanno agito contro le loro responsabilità, ho scritto al ministro francese”.

Il bilancio, tra feriti e arrestati

La polizia, intervenuta con gas lacrimogeni, ha arrestato 36 persone, con altre 16 finite in ospedale. Esplosioni nei pressi di place des Reignaux, molte le auto danneggiate dai tifosi russi. Contro gli agenti in tenuta antisommossa sono state lanciate bottiglie. Bar e ristoranti della zona costretti a chiudere. Il ministro degli Esteri Sergej Lavrov ha definito “assolutamente inaccettabile” l’arresto di 43 tifosi russi in Francia. Lavrov, inoltre, ha difeso a spada tratta: “Il comportamento di alcuni di nostri cittadini è stato inammissibile”. Ma ha poi aggiunto: “Le autorità francesi hanno agito contro le loro responsabilità stabilite dalla convenzione di Vienna e ho già inviato un messaggio verbale al ministro degli Esteri francese chiedendo che tali violazioni non si ripetano più”.

Il portavoce di Putin, Dimitri Peskov: “Chiediamo venga prestata uguale attenzione a tutte le parti che potrebbero essere coinvolte. Speriamo che il campionato vada avanti senza alcun incidente e speriamo anche che ci sia un trattamento equo nel corso delle indagini su tutti gli incidenti”.

Russia fuori da Euro 2016

La Russia rischia l’esclusione da Euro 2016 nel caso si ripetano incidenti: “Ma io non ho alcuna certezza sul fatto che i disordini che coinvolgono i tifosi russi non si ripetano – il commento di Vitaly Mutko, ministro dello Sport russosono stato a Marsiglia, sono andato in centro, è impossibile camminare: 10-20.000 britannici a torso nudo urlano ‘Siamo inglesi, possiamo fare qualunque cosa’, usano un linguaggio ripugnante e insultano i russi. Com’è possibile che 200 nostri ragazzi siano venuti e abbiano attaccato quei 20.000? Non è chiaro”.