Tutto previsto. Tina Maze era la favorita n.1 ed è andata a vincere la medaglia d’oro nella Combinata Alpina ai Mondiali di sci a Vail 2015, ‘vincendo’ la discesa e difendendosi alla grande in slalom, davanti a tre austriache: Nicole Hosp, argento, Michaela Kirchgasser, bronzo ed Anna Fenninger, già oro in superG e argento in discesa, quarta. Quinta Lara Gut, sesta l’unica vera delusa di giornata, Kathrin Zettel, ottava la migliore delle italiane, Francesca Marsaglia.

RECORD

La slovena sta provando a ripetere l’impresa riuscita solo al norvegese Kjus in passato, e proprio a Vail, nel 1999, ovvero conquistare 5 medaglie in 5 gare, nella stessa edizione della Rassegna Iridata . Ce la può fare: giovedì gigante femminile, sabato slalom per completare la collazione. Certo, la concorrenza non manca. Nella Combinata Alpina maschile, successo per Hirscher davanti a Jansrud e Ligety. Vail continua a confermarsi stregata per l’Italia, che non ha ancora spezzato il tabù: nella località del Colorado, infatti, non ha ancora conquistato una medaglia dopo le edizioni del 1989 e del 1999.