In serata il quotidiano siciliano Palermo Today aveva diffuso la notizia di una tragedia sfiorata nel capoluogo di regione riguardante l’ex moglie di Totò Schillaci Rita Bonaccorso. Secondo quanto riportato dalla testata online la Bonaccorso avrebbe tentato il suicidio nella sua villa di Via Evangelista Di Biasi ma il fatto è stato immediatamente smentito dalla famiglia Schillaci che attraverso un comunicato inviato dallo stesso protagonista dei Mondiali del ’90 insieme a suo figlio ha chiarito l’episodio.

Secondo la ricostruzione della famiglia Schillaci “La signora ha avuto un piccolo problema di salute, che è stato già brillantemente superato. La ricostruzione del tentato suicidio che è circolata nella prima serata non c’entra niente ed è completamente sbagliata: si tratta di una bufala, non c’è stato nessun tentato suicidio“.

Anche grazie alla testimonianza di polizia e vigili del fuoco che, recatisi tempestivamente sul luogo del fatto avvisati dal vicinato che aveva avvertito forte la puzza di gas, si è riusciti a venire a capo dell’intera dinamica dell’intero episodio. I vigili del cuore intervenuti nel domicilio della Bonaccorso avrebbero chiuso il gas lasciato aperto dall’ex coniuge Schillaci aprendo le finestre per scongiurare ogni pericolo di esplosione. Secondo la loro testimonianza la signora risultava cosciente ed è stata portata in ospedale per accertamenti.

La villa abitata dall’ex signora Schillaci è al centro di una vicenda giudiziaria che si protrae da diversi anni: l’immobile risulta infatti messo all’asta dal tribunale di Torino in seguito a una truffa nella quale la donna era stata coinvolta tempo fa, vicenda legata al fallimento di una società nel Torinese che si occupava di import/export illecito di gioielli e preziosi.