Location unica per una manifestazione di questo livello: a Montreux, in Svizzera, Canton Vaud, fa caldo come in Italia in questi giorni, un caldo umido, afoso, ma il lago di Ginevra giusto di fronte porta quella brezza leggera che consente comunque di godere di una temperatura sostenibile. In Svizzera è tutto pronto per l’edizione n.28 dei Campionati Europei di scherma, numero che comprende l’era moderna di questa manifestazione, quindi da Foggia 1981. La Music&Convention Centre ‘traspira’ musica a ogni locale, è piena di scale e uscite di sicurezza da perdersi, ma per sei giorni sarà appaltata al fiorettisti, sciabolatori e spadisti, che possono godere di ampi locali e aria condizionata gelida. Qui ha sede il famoso Jazz Festival, che ogni anno si rinnova con grande entusiasmo e richiama spettatori da ogni parte del mondo. La Hall si affaccia giusto sul lago e rende davvero magica l’atmosfera.

EUROPEO

La stagione della scherma 2014-2015 entra decisamente nel vivo dopo aver affrontato tutte le tappe ‘istituzionali’, definiamole così, di Coppa del Mondo, Grand Prix (a punteggio maggiorato) compresi. La rassegna continentale pre-Olimpiadi è storicamente importante, soprattutto perché è valida come qualificazione appunto a Cinque Cerchi e assegna punteggio maggiorato (1.5) rispetto a una normale tappa del circuito istituzionale. Il Mondiale di Mosca, a metà luglio, porterà poi un punteggio ancora superiore (2.5). Gli atleti si potranno giocare le loro chance per Rio de Janeiro fino a marzo 2016, ma è chiaro che la manifestazione continentale e quella iridata rappresentano il crocevia decisivo verso il Brasile. O quasi.

QUALIFICAZIONI

L‘Italia parte come Nazione da battere, visto che un anno fa conquistò il medagliere assoluto con gli ori di Di Francisca, del fioretto femminile a squadre, della sciabola maschile a squadre e di Bianca Del Carretto nella spada individuale femminile. Attendiamo grandi cose, come sempre, proprio dal fioretto donne; buone chance da medaglia sono riposte in sciabolatori, fiorettisti e spadiste, così come nelle sciabolatrici (quanto meno nella prova a squadre), nelle altre armi e gare tutto è possibile, ma ci sarà da soffrire e lottare. La prima giornata ha ospitato le qualificazioni del fioretto maschile individuale. A differenza di Mondiali e Coppa del Mondo, dove i migliori 16 del ranking accedono direttamente al tabellone dei ’64′ a eliminazione diretta, agli Europei tutti partono da zero, dai gironi, n1 del ranking compreso. E così è stato ovviamente per i quattro portacolori azzurri, Andrea Cassarà, Edoardo Luperi, Giorgio Avola e Daniele Garozzo, qualificati per fortuna al tabellone dei 32 (16esimi di finale) dal quale comincerà la gara a eliminazione diretta, nella giornata di domani, sabato 6 giugno, che metterà in palio le prime medaglie: fioretto maschile individuale e spada femminile individuale. 

TABELLONE

Andrea Cassarà ha superato indenne la fase a gironi vincendo tutti gli assalti del proprio raggruppamento e approdando quindi direttamente al turno dei 32. Una sconfitta nei cinque match disputati invece, sia per Giorgio Avola che per Edoardo Luperi, mentre Daniele Garozzo ha subìto due sconfitte e vinto tre assalti. Avola, Luperi e Garozzo hanno quindi dovuto affrontare gli assalti del tabellone dei 64, superati brillantemente, mentre Cassarà è approdato direttamente ai 16esimi di finale. Giorgio Avola ha battuto per 15-9 lo svedese Simon Rizell, l’esordiente Luperi 15-5 il portoghese Diogo Teixeira destando una buona impressione, mentre Daniele Garozzo ha avuto la meglio, col punteggio di 15-8, sul danese Alexander Tsoronis. E veniamo agli accoppiamenti: Andrea Cassarà è il n2 del tabellone (il n.1 è il campione del mondo Cheremisinov, il più brillante oggi nelle qualificazioni, per differenziale stoccate), che affronterà il polacco Landa, n.126 al mondo; avversario difficile per l’ex campione europeo Avola, che se la vedrà con il francese Jeremy Cadot, primo quest’anno a San Francisco, in coppa. In caso di vittoria, Avola e Cassarà si sfideranno poi in un derby negli ottavi di finale. Parte alta del tabellone: cliente tosto anche per Daniele Garozzo, che affronta, che affronta Enzo Lefort, n.9 del ranking, altro transalpino. Per Luperi, un accoppiamento assolutamente alla portata: il bielorusso Chaliankov, classse ’86, n.127 al mondo. Tra i favoriti vanno annoverati l’oro iridato in carica, come detto, Cheremisinov, il ceco Choupenitch, talento emergente, l’eterno tedesco Joppich, il nostro Cassarà, unico azzurro a vincere in Coppa nella stagione in corso (ma tutti gli altri possono arrivare comunque fino in fondo), e poi gli altri russi, francesi, tedeschi. Outsider? Occhio all’azzurro Martino Minuto, che tira però per la Turchia. E’ un ex iridato under 20. Sono pericolosi anche i britannici, che nel recente passato si sono spesso esaltati a livello di Campionato Europeo.

SPADA FEMMINILE

E’ stata invece dedicata alla rifinitura la giornata di oggi per le spadiste azzurre. Bianca Del Carretto (oro europeo uscente), Rossella Fiamingo, Mara Navarria e Francesca Boscarelli hanno infatti preparato l’esordio in programma sabato mattina con la fase a gironi. Del Carretto, Navarria e Boscarelli sono salite tutte già sul podio in stagione (l’ultima ha anche vinto, proprio a Rio de Janeiro) mentre la campionessa del mondo in carica, Rossella Fiamingo, ha finalmente recuperato la forma fisica migliore e in Brasile è arrivata a un passo dal podio, fermandosi nella finale a otto. Oltretutto, non ha mai vinto una medaglia continentale a livello individuale. La spada è l’arma impronosticabile per definizione, ma certamente devono essere annoverate tra le favorite Szasz (Ungheria), Branza (Romania), Heidemann (Germania), Shemyakina (Ucraina), tutte le nostre portacolori, Kirpu (Estonia), Gherman (Romania), Logunova (Russia) e Candassamy (Francia). In quest’arma, però, la sorpresa è sempre dietro l’angolo.

MARA NAVARRIA

“Fisicamente sto bene – ci dice Mara -, ho avuto il tempo necessario per prepararmi al meglio e recuperare dalle ultime tappe, fuso e viaggi vari compresi. Mi sento in forma, spero di dimostrare quello che valgo, quello che sento dentro di me in pedana, durante le gare. Motivatissima, convinta. L’Europeo è importantissimo per noi, è una gara di quelle… cerchiate in rosso. La viviamo comunque serenamente, ma come un appuntamento molto importante”.

BIANCA DEL CARRETTO

“Dopo il podio di Doha – ammette Bianca – sinceramente, pensavo arrivasse qualcos’altro di buono nelle successive tappe. Credevo di portare a casa almeno un altro podio e invece, per tanti motivi, anche per accoppiamenti sfortunati a volte, non è successo. Spero di raccogliere qualcosa tra Europei e Mondiali, ma lo dico per la scherma che sto facendo in questo periodo. La tensione c’è, comunque. Squadre? Abbiamo trovato la quadratura giusta e soprattutto continuità lungo tante gare”.

CAMPIONATI EUROPEI MONTREUX2015 – FIORETTO MASCHILE – 05-06 Giugno 2015

Tabellone dei 32
Garozzo (ITA) – Lefort (Fra) (ore 10.30)
Luperi (ITA) – Chaliankov (Blr) (ore 10.00)
Avola (ITA) – Cadot (Fra) (ore 10.00)
Cassarà (ITA) – (Janda (Pol) – Noite (Por)) (ore 10.30)

Tabellone dei 64
Garozzo (ITA) b. Tsoronis (Den) 15-8
Luperi (ITA) b. Teixeira (Por) 15-5
Avola (ITA) b. Rizell (Swe) 15-9

Fase a gironi

Andrea Cassarà: 6 vittorie, nessuna sconfitta
Giorgio Avola: 4 vittorie, 1 sconfitta
Edoardo Luperi: 4 vittorie, 1 sconfitta
Daniele Garozzo: 3 vittorie, 2 sconfitte

CONVOCATI

Fioretto maschile

Andrea Cassarà, Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Edoardo Luperi (solo prova individuale), Andrea Baldini (solo prova a squadre)

Riserva in Italia: Andrea Baldini (prova individuale)

Fioretto femminile

Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Valentina Vezzali, Martina Batini

Riserva in Italia: Alice Volpi

Spada maschile

Enrico Garozzo, Paolo Pizzo, Marco Fichera, Andrea Santarelli

Spada femminile

Bianca Del Carretto, Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Francesca Boscarelli (solo prova individuale), Francesca Quondamcarlo (solo prova a squadre)

Riserva in Italia: Francesca Quondamcarlo (prova individuale)

Sciabola maschile

Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Enrico Berrè, Luca Curatoli

Riserva in Italia: Luigi Samele

Sciabola femminile

Ilaria Bianco, Irene Vecchi, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta

Riserva in Italia: Martina Petraglia

PROGRAMMA GARE

Venerdi 5 Giugno
Fioretto maschile – individuale – fase preliminare – t.64

Sabato 6 Giugno

Fioretto maschile – individuale – t.32 – fase finale

Spada femminile – individuale

Domenica 7 Giugno
Sciabola femminile – individuale
Spada maschile – individuale

Lunedi 8 Giugno
Fioretto femminile – individuale
Sciabola maschile – individuale

Martedi 9 Giugno
Fioretto maschile – squadra
Spada femminile – squadra

Mercoledi 10 Giugno
Sciabola femminile – squadra
Spada maschile – squadra

Giovedi 11 Giugno
Fioretto femminile – squadra
Sciabola maschile – squadra