Nel nostro campionato Higuain e Dzeko stanno lottando per lo scudetto a suon di gol. Appaiati a quota 19, l’Italia sta riscoprendo i grandi numeri nove. Formidabili cecchini nelle aree di rigore, che però non possono competere, a detta dei bookmakers, con Leo Messi, favorito principale nella corsa alla Scarpa d’Oro.

Messi primo nelle quote della Scarpa d’Oro

Snai ha aperto le scommesse sul trofeo che premia ogni anno il miglior bomber continentale. In cima alle preferenze la Pulce a 3.00, che ha conquistato il riconoscimento già in tre occasioni e oggi condivide la vetta con i due bomber ‘italiani. Il Pipita segue a 3,50, mentre risulta meno probabile l’affermazione del romanista, in lavagna a 5,50. Mai sottovalutare poi Luis Suarez, 18 reti in Liga e quota 4,50.

Cavani distaccato

Minori chance, ma non del tutto escluso Edinson Cavani. Liberato dalla presenza ingombrante di Ibrahimovic, l’uruguagio è tornato il campione visto al San Paolo. Siglate finora 25 reti, viene quotato a 9.00. La Ligue 1, rispetto a Serie A e Liga, ha tuttavia per regolamento un coefficiente di difficoltà minore. Anziché 2 punti, i gol del Matador valgono dunque 1, rendendo impervio il cammino.

Scarpa d’Oro, le scommesse “pazze”

Piuttosto remoto che altri cannonieri entrino in lizza, almeno secondo il parere dei bookmakers. A 20 si gioca Alexis Sanchez, che sta mostrando uno stato di forma eccezionale con la maglia dei Gunners. E’ lui che capeggia la classifica cannonieri della Premier, con 17 reti. A 33 si trovano Aubameyang (Borussia Dortmund, 17 reti) e Lewandowsky (Bayern Monaco, 16). Scommesse inoltre aperte per i nostri Belotti (17 centri), a 33, e Mertens (16), a 50. Nome a sorpresa Bas Dost (Sporting Lisbona), capocannoniere in Portogallo con 17 marcature e offerto a 25. Escluso eccellente Cristiano Ronaldo, quattro volte Scarpa d’Oro ma fermo a 14 gol. Su di lui si può puntare scegliendo “altro”, a 6,50.