Non c’è pace per i Los Angeles Clippers. Dopo la bufera che si è abbattuta sulla seconda franchigia NBA della metropoli californiana a causa delle frasi razziste pronunciate dal boss Donald Sterling (foto by InfoPhoto), poi cacciato dalla Lega, ora un’altra brutta notizia rischia di condizionare negativamente il finale di stagione di Griffin e compagni. Come riportato per primo dal New York Post, lo stesso Donald Sterling sta lottando contro il cancro alla prostata.

Nessuno dell’entourage di Sterling ha ancora confermato la notizia, anche se l’intera stampa statunitense sembra essersi allineata. Sorpresa anche la squadra, reduce da gara-6 contro i Warriors.

Doc Rivers: “Spero che non sia vero

Blake Griffin: “Se è vero, i miei pensieri e le mie preghiere sono con lui. Nessuno merita di vivere qualcosa del genere

Chris Paul: “E’ davvero una brutta notizia

Dopo lo scandalo che lo ha visto coinvolto Donald Sterling, 80 anni, non ha più parlato pubblicamente, né per confermare o smentire quanto detto nella famigerata registrazione, né per chiedere scusa, né per esprimere alcun tipo di rimorso. 22 dei restanti 29 proprietari delle franchigie NBA hanno votato perché Sterling sia costretto a cedere i Clippers dopo 33 anni di presidenza.