La notizia è arrivata pochi minuti fa, inattesa, improvvisa e bruciante: Sepp Blatter si è dimesso dalla carica di presidente della Federazione mondiale in seguito allo scandalo FIFA e alle crescenti pressioni della comunità calcistica internazionale. Lo ha confermato lo stesso monarca svizzero con un annuncio proveniente direttamente dal quartier generale della FIFA a Zurigo: “Verrà presto convocato un congresso straordinario per eleggere il prima possibile il mio successore“. Joseph Blatter si trovava a capo del governo del calcio mondiale dal 1998 e solo quattro giorni fa aveva vinto le elezioni per un suo quinto mandato.

La Fifa ha bisogno di una profonda ristrutturazione”, ha detto Blatter. “Nonostante i membri abbiano affidato a me il mandato un’altra volta, questa scelta non sembra essere supportata da tutti. Presto organizzeremo un congresso straordinario, dal quale uscirà un nuovo presidente. Io non parteciperò alle elezioni e sarò così in una posizione utile per potermi concentrare sulle straordinarie riforme di cui la FIFA ha bisogno. Da anni parliamo di riforme, ma queste non sono sufficienti. Abbiamo bisogno di una norma che limiti i mandati delle cariche e ne stabilisca i confini. Ho lottato perché questi cambiamenti diventassero realtà, ma i miei sforzi sono stati contrastati da altri“.

Secondo Domenico Scala, presidente del FIFA Audit and Compliance Committee, le prossime elezioni si terranno probabilmente tra il dicembre 2015 e il marzo 2016. Fino a quel momento, Blatter rimarrà al vertice della Federazione.