E’ un Maurizio Sarri felice per la vittoria ottenuta dal suo Napoli Bentegodi, ma anche contrariato per la struttura del calendario che vedrà il Napoli impegnato mercoledì in casa con il Palermo e domenica a Marassi contro il Genoa.

Chievo Verona-Napoli 0-1, video e cronaca

‘Su sei impegni in Europa League godiamo solo una volta del posticipo in campionato. Abbiamo giocato giovedì in Danimarca, ora siamo qui a Verona. Mercoledì ci tocca il Palermo che godrà di un giorno in più di riposa perché ha giocato sabato, poi andremo a giocare contro il Genoa, che pure era impegnato in anticipo ieri.

‘Chi gioca in Europa League dovrebbe avere maggior rispetto’ ha continuato Sarri ‘Si parla tanto di ranking, ma poi non meravigliamoci se, viste queste condizioni, qualche squadra preferisce mollare le competizioni continentali’.

‘Turn over? Non ho mai creduto a quello scientifico. Guarderò come stanno i miei calciatori durante gli allenamenti e valuterò chi schierare contro il Palermo’.

Quanto alla partita, Sarri non ha dubbi: ‘Stavolta ai ragazzi nond evo rimproverare nulla. Non era facile contro il Chievo Verona e lo sapevamo. Abbiamo costruito molte palle gol’.

La difesa, che l’anno scorso imbarcava gol a ogni pie’ sospinto, in questa stagione sta diventando il punto di forza della squadra. ‘Albiol e Koulibaly stanno facendo molto bene, ma è anche vero che hanno ancora ampi margini di miglioramento. A livello generale, questo schema garantisce maggiore filtro, la difesa viene messa poco sotto pressione’.

Il Napoli è ora al secondo posto, diviso a pari merito con Lazio, Inter e Fiorentina. E’ lecito sognare lo scudetto? Per Sarri si tratta ancora di una…’bestemmia. Per lo Scudetto chiedete alla Roma, che è davanti’.