Fa scalo a Genova la Juventus. Domenica 19 marzo alle ore 15 i bianconeri affronteranno la Samp, su di giri dopo la vittoria nel derby. I precedenti della sfida.

Sampdoria-Juventus, occhio ai colombiani

Prendi la classifica e leggi: 29 punti di scarto. Match già scritto? Non corriamo troppo. Se la formazione di Allegri pare un carrarmato, i locali arrivano all’impegno sulla scia dell’1-0 al Genoa nello scorso week-end. E poi vittime illustri sono cadute a Marassi, chiedete alla Roma. Pericolo numero uno Muriel. Il colombiano pare aver raggiunto quella maturità che in tanti gli chiedevano. Liguri chiamati a una superlativa prova difensiva: sulla loro strada incroceranno la Juve formato fantasia. Al rientro l’altro Cafeteros Cuadrado, che ha finito di scontare la squalifica.

Sampdoria e Juventus, ultime volte

Nei precedenti si ravvisa sostanziale equilibrio. Avanti 21-19 la “Vecchia Signora”, corsara nell’ultima stagione. Pogba e Khedira stesero la Samp, che accorciò con Cassano. Blucerchiati che non vincono più dal 18 maggio 2013. Al cospetto dell’undici di Antonio Conte conquistarono il successo per 3-2: Eder rispose su rigore a Quagliarella nel primo tempo; De Silvestri e Icardi decretarono il successo genovese nella ripresa, rendendo ininfluente il gol di Giaccherini in pieno recupero. Ultimo pareggio nella stagione 2010/2011: 0-0 al triplice fischio finale, mostrarono maggior piglio Buffon e compagni, costretti tuttavia ad accontentarsi del pari.

Samp-Juve, le statistiche

La vittoria più netta dei locali risale al campionato 1947-1948. Bassetto (2), Silvestrelli (2) e l’autorete di Parolo condussero al 5-2; utili solo a fine numerico i centri targati Boniperti e Muccinelli. Fu invece trionfale per la Juventus il match del 1950 che imposero 4-0. Muccinelli aprì le danze, poi salì in cattedra Giampiero Boniperti che superò tre volte l’estremo difensore Lusetti. Leggerissima supremazia ospite anche riguardo al novero complessivo dei gol messi a segno nei 58 confronti diretti: 70-67.