Garrone ha pagato per vendere la Sampdoria a Ferrero. Incredibile, ma vero: è quanto emerge dal bilancio al 31 dicembre 2014 della Sport Spettacolo Holding, la controlla del club doriano.

Il bilancio dice che Garrone ha continuato a versare nelle casse del club 62,5 milioni, e ciò oltre la data di cessione delle quote. La manovra è stata effettuata attraverso la San Quirico.

62,5 milioni a cui vanno aggiunti i 2,9 milioni immessi prima della cessione delle quote: il totale fa 65,4 milioni. Cifre e manovre che lasciano dubbi.

Garrone ha versato i 65,4 milioni in due tranche. Una, di 36,5 milioni, versata direttamente all’Unione Calcio Sampdoria, la seconda, di 28,9 milioni, in conto capitale della Sport Spettacolo Holding.

Così come riporta la Gazzetta dello Sport, dalla lettura del bilncio emergono una serie di punti fermi.

Innanzitutto, Garrone ha ceduto a ferrero una Samp ripulita dai debiti. Il petroliere ha versato 22,7 milioni di esposizione verso le banche prima del passaggio di mano.

Ferrero ha inoltre dichiarato di aver investito nella Sampdoria quindici milioni di euro. Non si notano però aumenti di capitale effettuati dal produttore cinematrografico.

Garrone ha ripatrimonializzato la Sampdoria. Capitali che sono serviti a coprire i debiti di 24,6 milioni, al 31 dicembre, delle casse blucerchiate e di 2,2 milioni di quelle della Sport Spettacolo.

Fino al 31 dicembre 2014, infine, è stato Garrone, attraverso la San Quirico, a garantire pagamenti per 35,3 milioni.

Nella relazione si legge inoltre: “Per quanto riguarda la capacità della società di far fronte alle proprie obbligazioni si fa presente che la stessa è controllata interamente da Holding Max srl che garantisce, in forza del contratto di cessione quote anche insieme alla società ex controllante San Quirico, sia un periodico sostegno finanziario diretto che interventi di garanzia”.

Ora, però, pare che ‘il periodico sostegno finanziario’ e gli ‘ interventi di garanzia’ da parte della ex controllante San Quirico siano finiti. Da adesso in poi toccherà a Ferrero.