Antonio Cassano e la Sampdoria, un amore destinato a durare nel tempo, nonostante qualche screzio ogni tanto ha rischiato di minarne la serenità. Oggi il fantasista barese ha incontrato il presidente del club, Massimo Ferrero: da quanto ci risulta, il numero uno blucerchiato avrebbe offerto, per l’ennesima volta a Cassano un contratto biennale come dirigente, non rientrando tra i piani del nuovo allenatore Giampaolo. FantAntonio però ha soli 34 anni, non se la sente di smettere e indossare giacca e cravatta.

I tifosi sono con lui: il popolo doriano spinge per vederlo ancora in campo con la maglia della Samp e di questo il presidente Ferrero non può non tenerne conto. Nell’incontro andato in scena oggi, a quanto pare, ci sarebbe finalmente stata la fumata bianca tanto attesa sia dal giocatore che dai tanti tifosi che spingevano affinché Cassano calcasse ancora l’erba di Marassi: le incomprensioni tra giocatore e presidente sarebbero state finalmente superate e dunque il barese resterà un giocatore della Samp per un altro anno ancora. Una parabola per certi versi simile a quella vissuta da Francesco Totti nell’ultima stagione, con la società che spingeva per farlo smettere e lui che ha dimostrato di poter essere ancora più che decisivo. Ovviamente Cassano non ha stupito tutti come il capitano giallorosso, ma ha ancora tanta voglia e vuole guadagnarsi questa riconferma sul campo. Presto dovrebbe dunque tornare a essere agli ordini di Giampaolo per programmare la nuova stagione insieme. R estano anche tutte le clausole che prevede il contratto del barese.