Come ampiamente prevedibile, la vergognosa messinscena di domenica scorsa di Salernitana-Nocerina (ne abbiamo parlato qui) è stata punita severamente dal giudice sportivo di Lega Pro, Pasquale Marino, che ha deciso di “infliggere alla società Nocerina la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3 a favore della società Salernitana“. Fin qui tutto nella norma, ma la frase seguente getta ombre sul futuro stesso del club di Nocera Inferiore, dal momento che lo stesso giudice si riserva “di sospendere ogni decisione in ordine alla dinamica degli eventi e dei fatti che hanno preceduto e causato la situazione assunta a fondamento della decisione di cui alla precedente lettera), ritenendo necessario un esame piu’ approfondito degli atti ufficiali“.

Il rischio che corre la Nocerina, infatti, è quello di vedersi appioppare un bel deferimento per violazione dell’art. 7 del Codice di giustizia sportiva, il cui comma 1 recita: “Il compimento, con qualsiasi mezzo, di atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione ovvero ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica costituisce illecito sportivo“. Nella peggiore delle ipotesi – ovvero in caso di “punizione esemplare”, come quella invocata dal presidente del Coni Malagò e da altre istituzioni calcistiche e non – il club campano potrebbe perfino pagare con l’esclusione dal presente campionato (in cui, ricordiamolo, attualmente occupa l’ultima posizione, con appena un punto all’attivo) e i suoi tesserati con una squalifica fino a 2 anni.

Nel frattempo, sono stati emessi 23 Daspo e 22 denunce, tra cui quella a carico di Pino Alfano, consigliere comunale con delega allo sport (pensa te) di Nocera Inferiore, pizzicato dai filmati in possesso delle forze dell’ordine mentre festeggiava la sospensione del derby in mezzo ad altri ultra. L’unica persona che ha ricevuto il Daspo ma non la denuncia è quella che ha commissionato il grottesco sorvolo dello stadio con un aereo privato trainante lo striscione “Rispetto per Nocera e x gli ultra”. E i tifosi della Salernitana? Si preannuncia una class action con richiesta di danni materiali e morali. Verrebbe quasi da ridere, se non ci fosse nulla da ridere.