Salah-Fiorentina, di male in peggio. Se questa mattina vi avevamo raccontato di una situazione estremamente delicata tra il genietto egiziano, voglioso di cambiare aria, e il club viola, intenzionato a far valere il contratto di prestito valido fino al 2016, con l’Inter sullo sfondo in paziente attesa, nel pomeriggio le cose sono definitivamente precipitate. La Fiorentina, infatti, ha emesso un durissimo comunicato stampa nel quale accusa Mohamed Salah di non aver risposto alla convocazione, annunciando di voler conseguentemente adire alle vie legali: “Il calciatore, tramite il suo rappresentante, ha rifiutato la proposta migliorativa del proprio contratto e ha addirittura manifestato l’intenzione di essere trasferito in altro club e non rispondere alla convocazione che gli era stata già inoltrata. E’ stato dato mandato ai nostri legali di valutare le azioni necessarie per la tutela dei diritti della società“.

Non si è fatta attendere la controreplica di Salah, per bocca del suo agente Ramy Abbas. Ed è una replica, se possibile, ancora più severa del comunicato stampa viola: “Precisiamo, in risposta al comunicato del club viola, che al momento Salah è un giocatore del Chelsea. Abbiamo usato il documento stipulato tra le parti a gennaio che è molto chiaro, cristallino, ed è spiacevole che la Fiorentina stia ora parlando di precedimenti legali. E’ molto triste vedere un grande club come la Fiorentina effettuare simili, patetici tentativi, per rinnegare i propri accordi e i proprio obblighi contrattuali scritti. A Salah piacerebbe giocare per un club con differenti valori morali e professionali“.

Abbas ha tirato in ballo i valori morali: ahia. Sappiamo quanto i Della Valle siano tremendamente suscettibili sull’argomento, convinti come sono di sedere sempre e comunque dalla parte della ragione, convinti come sono che siano sempre gli altri quelli scorretti e moralmente in difetto; per cui, è lecito attendersi un ulteriore appunto da parte dei due fratelli marchigiani.

Nel frattempo, l’Inter aspetta sorniona, certa di poter strappare il talentuoso esterno egiziano alla Fiorentina. In Inghilterra, addirittura, non hanno dubbi: come riporta Sportmediaset, citando anonime fonti inglesi, l’affare tra Inter e Chelsea, benedetto da José Mourinho, sarebbe già cosa fatta, sulla base di un prestito oneroso a 2 milioni di euro, con obbligo di riscatto a 23. L’accordo con il giocatore non è un problema. Non appena i Della Valle avranno deposto le armi, la trattativa si potrà concludere.