La Commissione Ryder Cup Europe ha premiato la candidatura italiana e ha deciso che sarà Roma ad ospitare l’edizione 2022 della Ryder Cup.

La capitale italiana ha superato la concorrenza di Austria, Germania e Spagna. Un successo storico per la Federazione Italiana Golf, che vede assegnarsi la più importante manifestazione di golf al mondo. Il percorso di gara sarà il Marco Simone Golf & Country Club, circolo capitolino di proprietà della famiglia Biagiotti.

Grande soddisfazione da parte del Presidente di Coni Servizi e della Federazione Italiana Golf, Franco Chimenti: “Si apre una nuova era per il movimento golfistico italiano. L’assegnazione della Ryder Cup certifica l’ingresso dell’Italia nell’elite del golf mondiale. Abbiamo presentato un progetto estremamente solido grazie al sostegno del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi e di otto ministeri. Possiamo contare, inoltre, su un pool di sponsor di grande prestigio”.

Un percorso condiviso e supportato sin dal principio dal Coni e dal suo presidente, Giovanni Malagò. Battuta la concorrenza di nazioni golfisticamente evolute: ha vinto il fascino di Roma, la straordinaria capacità recettiva e l’innegabile appeal turistico. A tutto ciò va aggiunta la vicinanza con il centro della città del Marco Simone Golf & Country Club.

La Ryder Cup è nata nel 1927 e ogni due anni mette di fronte una selezione dell’Europa e una degli Stati Uniti: la competizione viene assegnata alternativamente ogni due anni a una città europea o americana. Il 2022 sarà la volta dell’Europa. L’edizione del 1997 in Spagna e quella che si disputerà nel 2018 in Francia rappresentano gli unici due casi europei in cui la Ryder Cup viene disputata al di fuori del Regno Unito.