La bolgia della Bombonera non scuote un’Argentina senz’anima. Contro il Perù finisce 0-0, ma grazie al successo esterno del Paraguay sulla Colombia la Seleccion sarà padrona del proprio destino nell’ultimo turno.

L’Argentina sbatte contro il muro peruviano

Deludenti per l’intero girone di qualificazione, Messi e compagni tradiscono ancora. Sampaoli schiera dal 1’ Benedetto, non ottenendo gli effetti sperati. La punta del Boca sciupa quattro assist della Pulce (che colpisce un palo), mentre Dybala e Icardi restano in panchina. Anche perché gli infortuni impongono altre sostituzioni. Preoccupa soprattutto il brutto ko di Gago, entrato al posto di Banega. Il bollettino medico della Federazione parla di rottura del legamento crociato anteriore e del collaterale mediale del ginocchio destro. Il migliore degli ospiti è Pedro Gallese, autore di ottime parate. Ad una sola giornata dal termine, l’Albiceleste è attualmente sesta in classifica e, quindi, virtualmente fuori. Eppure, sconfiggendo martedì l’Ecuador (già eliminato), andrebbe almeno ai playoff, a prescindere dai risultati sugli altri campi. Nello stesso giorno è in programma l’altro scontro diretto Perù-Colombia. Questa la classifica: Brasile 38, Uruguay 28, Cile e Colombia 26, Perù (in vantaggio per gol realizzati) e Argentina 25, Paraguay 24, Ecuador 20, Bolivia 14, Venezuela 9.

1-1 fra Siria e Australia

Nell’andata dello spareggio per volare al Mondiale di Russia 2018, Siria e Australia pareggiano 1-1. Sul campo neutro di Malacca, in Malesia, passano in vantaggio gli ospiti con l’attaccante del Bochum Kruse. Pareggia all’85’ il bomber dell’Al-Ahli Al Somah, su calcio di rigore, concesso piuttosto generosamente. Il match di ritorno si terrà il 10 ottobre a Sydney. I ‘Canguri’ rimangono naturalmente favoriti, ancor più per aver segnato un gol in trasferta. Chi passerà il turno dovrà poi affrontare un altro playoff, al cospetto della quarta classificata del girone centro-nordamericano, in questo momento gli Stati Uniti.