Svolta nel mondo del rugby: dall’edizione del 2014, e fino a quella del 2017, il Sei Nazioni sarà in chiaro su DMAX. Lo ha annunciato Discovery Italia, proprietaria del canale digitale, con un comunicato stampa. Un accordo rivoluzionario, che consentirà al crescente pubblico della palla ovale di seguire in chiaro e in diretta tutte le partite del più prestigioso torneo di rugby. Anche John Feehan, CEO di Six Nations Rugby Ltd, e Alfredo Gavazzi, presidente federale, hanno confermato la notizia.

“Discovery Italia e RBS 6 Nazioni hanno siglato l’accordo per i diritti sportivi televisivi, online e mobile in esclusiva, nel nostro Paese, del prestigioso Torneo RBS 6 Nazioni per gli anni 2014-2017. DMAX, rete maschile del network, presente sul canale 52 del digitale terrestre e disponibile anche al canale 28 di TivùSat, trasmetterà in esclusiva in chiaro e in diretta tutte le partite del Torneo sin dalla prossima edizione. Il debutto dell’ RBS 6 Nazioni sarà valorizzato attraverso una grande campagna promozionale e di marketing sull’intero network; numerosi numerosi programmi e diverse iniziative dedicate ai personaggi, alla storia e alla cultura del rugby, accompagneranno i tifosi e gli appassionati da dicembre a marzo in televisione, allo stadio e sul web. Da febbraio, la trasmissione in diretta di tutte le partite dell’RBS 6 Nazioni sarà arricchita da interventi pre e post partita e interviste sul campo. Molte anche le iniziative sul web e sui social network  per far vivere l’evento anche al di fuori della televisione e oltre i tempi della competizione, grazie alla community di DMAX che conta ormai mezzo milione di individui complessivamente sui canali ufficiali di Facebook, Twitter e Youtube e altrettanti utenti unici mensili sul sito Dmax.it, con una crescita dall’inizio del 2013 di quasi il 60% su tutte le piattaforme. DMAX si presenta come il canale ideale per la programmazione dell’RBS 6 Nazioni. Primo canale digitale più visto dal pubblico maschile 15+ e 9° canale nazionale (individui 4+), DMAX propone una programmazione stimolante e coinvolgente che soddisfa le passioni e gli interessi maschili, adatta ad un uomo giovane e moderno alla ricerca di nuovi modelli di riferimento e appassionato di sport non convenzionali”

Addio dirette criptate su Sky e differite solo azzurre su La7: dal prossimo anno il grande rugby sarà tutto per tutti.