Non si era mai visto un allenatore che, in panchina, durante una partita, comodamente a gambe incrociate prende il telefonino (al secolo cellulare) e chiama. Così, come se nulla fosse, mentre i suoi ragazzi giocano. In campo milioni di euro tra stipendi ed ingaggi, ma lui telefona.

Che l’allenatore della Roma Rudi Garcia (foto Sky) fosse un personaggio particolare lo si sapeva. Si narra del suo “acchiappare” molto sulle donne, del suo essere molto giocoso, del fatto che ha sempre il sorriso sulle labbra. Ma domenica, durante la sfida di campionato dei giallorossi a Livorno (vinta poi 2-0), l’allenatore francese le ha superate tutte: “Verrò multato? Davvero? Non lo sapevo – sono state le sue prime parole ai colleghi di Sky che lo hanno intervistato a fine gara - ho usato il telefono perché la radio non funzionava: sapete che parlo con Bompard, il mio tattico, che segue dall’alto il primo tempo. Vietato? In Francia è diverso…”.